Programma 2020

Programma 2020
Castel Tirolo offre un tour virtuale attraverso il mastio, che racconta la storia altoatesina del '900. Foto H. Hermes

ATTENZIONE: Dopo lo stop dovuto alla pandemia di coronavirus, la maggior parte dei Musei provinciali dell'Alto Adige è di nuovo aperta. Domani aprirà i battenti anche il Touriseum, il 3 giugno si aggiungeranno il Museo degli usi e costumi, il Museo del vino ed il Museo della caccia e della pesca a Castel Wolfsthurn ed il 5 giugno il Museum Ladin Ursus ladincus. Maggiori informazioni sulle sottopagine dei relativi musei nel menù a tendina in fondo a questa pagina. (aggiornato il 28 maggio 2020)

Oltre al programma, che i musei possono offrire quest'anno, ci sono anche le seguenti offerte virtuali:

Il Touriseum e il Castel Trauttmansdorff ad esempio: Il Museo del turismo dell'Alto Adige offre un viaggio virtuale nel tempo alla scoperta dei 200 anni di tradizione turistica del Tirolo. Chi lo intraprende, scopre come un territorio, attraversato secoli fa a piedi, con la diligenza o la diligenza espresso da mercanti, pellegrini e artisti, oggi sia diventato una moderna destinazione turistica. Si accede dal sito del museo www.touriseum.it. Inoltre, anche la storia del castello con le sue stanze storiche nonchè la mostra „Sie wünschen? Desidera?“ possono essere esplorate tramite il web.

È la storia altoatesina del '900 invece il tema del tour virtuale “360° - Torre della memoria”, ospitato nel mastio di Castel Tirolo: è pensato soprattutto per scolaresche e per il personale insegnante e presenta nove biografie immaginarie, ma che rimandano a fatti storici verificati. Si accede dal sito del museo www.casteltirolo.it.

Anche il Museum Ladin da qualche anno ormai offre guide virtuali attraverso le sue due strutture: quella del Museum Ladin Ciastel de Tor presenta la cultura delle oltre 30.000 persone ladine, la loro lingua e lo straordinario paesaggio montuoso delle Dolomiti. Il tour virtuale attraverso il Museum Ladin Ursus ladinicus invece è dedicato alla storia dell'orso preistorico delle caverne, al suo habitat di circa 40.000 anni fa e alla geologia delle Dolomiti. Anche l'app del museo fornisce informazioni utili a famiglie, ragazze e ragazzi e lo fa puntando su giochi e quiz. Si accede dal sito del museo www.museumladin.it. E sempre sul sito del museo trovate anche tour virtuali, realizzati espressamente per scolaresche.

Il Museo archeologico dell'Alto Adige offre ben due app con audioguida, una per un pubblico adulto (Android e iOS, costo: 1,99 Euro) ed una gratuita per bambine e bambini (Android e iOS) . Entrambi i programmi regalano un viaggio nell'era di Ötzi.

Ed anche il Museo provinciale Miniere offre un tour virtuale con la nuova app "Hearonymus": Essa fa fare un tuffo nella miniera di Predoi, 14 stazioni audio, immagini, racconti ed un breve filmato spiegano perché quello dei minatori è considerato uno dei lavori più duri al mondo. Il tour può essere scaricato gratuitamente e con pochi clic da ogni cellulare ed è disponibile in lingua italiana, tedesca, inglese ed olandese tramite il sito del museo.

 

Inoltre il Museo di Scienze Naturali dell'Alto Adige durante il periodo del lockdown ha organizzato diversi eventi trasmessi su Internet, ovvero:

  • una visita guidata virtuale alla mostra temporanea “Pazzi per la Luna!” con la mediatrice museale, Giulia Rasola,
  • una visita guidata agli acquari del museo con il biologo e collaboratore del museo, Massimo Morpurgo,
  • und visita guidata al formicaio, ospitato al museo dal 2012, con la mediatrice museale Giulia Rasola
  • una conferenza virtuale in lingua tedesca dal titolo "Was ist dran am Mondkalender?", nella quale David Gruber, astrofisico e direttore del museo parla dell'effetto lunare sulla terra e di quali teorie a riguardo sono supportate dalla scienza e quali invece sono prive di fondamento (in lingua tedesca),
  • una lezione virtuale sulle rane ed i rospi, la loro biologia e le loro abitudini, la loro vita amorosa ed il loro habitat, con Giulia Rasola, mediatrice del museo,
  • una conferenza virtuale sui lupi, che da dieci anni popolano i boschi dell'Alto Adige con il tecnico faunistico-ambientale Davide Righetti ed
  • una conferenza virtuale su Max Valier, l'astronomo, scrittore e pioniere della missilistica nato a Bolzano.



Al Museo Archeologico dell’Alto Adige è possibile ammirare, sui primi tre piani, i ritrovamenti originali dell’Uomo venuto dal ghiaccio – detto anche Ötzi – e la sua storia: dalle reazioni dei media alla scoperta, alla ricerca scientifica sulla mummia dei ghiacci vecchia di 5.000 anni ma straordinariamente ben conservata e sul suo corredo, fino a curiosità, interviste e postazioni interattive. Pezzo forte è la ricostruzione dell’Uomo venuto dal ghiaccio come doveva essere da vivo. L’ultimo piano del museo ospita invece delle mostre temporanee dedicate a temi archeologici.

www.iceman.it

Orario d'apertura:

Oraio d'apertura:

tutto l'anno, tutti i giorni tranne di lunedì, dalle ore 10 alle 18 (ultimo ingresso alle ore 17.30),
in luglio, agosto e dicembre anche di lunedì,
il 24 e 31 dicembre fino alle ore 15 Uhr (ultimo ingresso alle ore 14.30),
chiuso il 1° gennaio, il 1° maggio ed il 25 dicembre.

 

ATTENZIONE: Tutte le visite guidate, manifestazioni e offerte di mediazione in programma fino a fine luglio sono state cancellate e vigeranno le regole di comportamento a tutela della salute, stabilite dalla legge, ovvero: Chi lavora presso i musei e chi li visiterà dovrà mantenere le distanze prescritte e portare mascherine a protezione di naso e bocca. A seconda dell’afflusso l'ingresso degli ospiti dovrà inoltre essere scaglionato.



Familienführung im Südtiroler Archäologiemuseum © Südtiroler Archäologiemuseum


ogni sabato, dalle ore 14 alle 14.50, ogni domenica dalle ore 11 alle 11.50 in lingua tedesca ANNULLATO
ogni sabato e domenica, dalle ore 15.30 alle 16.20 in lingua italiana ANNULLATO

Visite guidate per famiglie nei weekend - A tu per tu con Ötzi e il suo mondo

Rivolte ai genitori con bambine e bambini tra i 6 e gli 11 anni, queste visite rappresentano un’occasione particolare per scoprire il mondo dell’Uomo venuto dal ghiaccio. Chi partecipa a queste visite guidate, attraverso un approccio ludico e coinvolgente, impara a conoscere la vita quotidiana nell’età del Rame, come pure i materiali e la funzione dei vari oggetti e indumenti ritrovati con Ötzi.
Prenotazione direttamente alla biglietteria del Museo.
Quota di partecipazione: 2,50 Euro a persona (oltre al costo del biglietto d’ingresso).


Seniorinnen im Südtiroler Archäologiemuseum © Südtiroler Archäologiemuseum / Museo Archeologico dell’Alto Adige / foto-dpi.com

 


Da marzo a maggio e da settembre a novembre, ogni martedì e venerdì pomeriggio ANNULLATO

Insieme alla scoperta del Museo ‒ Visite pomeridiane per gruppi senior

Un pomeriggio senza fretta, senza il bisogno di far tutto ad ogni costo. Un pomeriggio completamente dedicato alla generazione Over 65 per conoscere da vicino la vita quotidiana, gli usi e i costumi degli uomini dell’Età del Rame.
Si può imparare a qualsiasi età ed è meglio farlo in compagnia e divertendosi. Per questo motivo la nostra proposta è costruita attorno al visitatore, con una particolare attenzione a ogni sua esigenza! Due temi sono a disposizione:
Visita alla mostra temporanea oppure una visita all’Uomo venuto dal ghiaccio.
Al termine della visita è prevista una pausa caffè per conversare e approfondire insieme le tematiche dell’esposizione.
Per prenotazioni rivolgersi a Margit Tumler: tel. 0471 320124, e-mail margit.tumler@iceman.it.
Quota di partecipazione: 7 Euro a persona
In collaborazione con il KVW (Katholischer Verband der Werktätigen)

 

 

Ötzi für Neugierige. Schärfen von Silexklingen

da febbraio a novembre, ogni mercoledì, dalle ore 14.30 alle 16.30 ANNULLATO

Ötzi per curiosi: Curiosità e segreti sull’attrezzatura di Ötzi

Ogni oggetto è una storia! L’attrezzatura dell’Uomo venuto dal ghiaccio spiegata nei dettagli attraverso materiali, piccoli esperimenti e ricostruzioni.
Stazione interattiva, l’attività è inclusa nel prezzo dell’ingresso.

 

 

Grabung in Schnals © Südtiroler Archäologiemuseum

21 gennaio, ore 18

“Non solo Ötzi”: Primi risultati della ricerca interdisciplinare in Val Senales

Il Museo Archeologico dell’Alto Adige in collaborazione con l’Università di Innsbruck ha studiato la Val Senales e le sue valli laterali nell’ambito di un progetto di ricerca pluriennale (“Val Senales – L’alta montagna come spazio economico e di interazione di comunità di paese preistoriche”). I primi risultati degli scavi archeologici e dell’analisi dei risultati paleo-botanici delineano un’immagine avvincente della fruizione e della coltivazione dell’ambiente di alta quota della Val Senales dall’età della pietra fino a quella del bronzo.
Relatori: Andreas Putzer, archeologo al Museo Archeologico dell’Alto Adige e direttore degli scavi, Klaus Oeggl, paleobotanico e direttore del gruppo di ricerca in palinologia e archeobotanica all’Università di Innsbruck. Autore di numerose pubblicazioni scientifiche sull’Uomo venuto dal ghiaccio.
La conferenza si tiene in lingua tedesca.
Ingresso libero.

 

 

Familiennachmittag 1+1. Illustration: Marameo Lab

7 febbraio, dalle ore 16 alle 18

Pomeriggio per famiglie 1+1

Laboratorio per bambine e bambini dai 7 anni accompagnati da una persona adulta.
In coppia si scoprono temi, tecniche e materiali archeologici.

ABC Ötzi

Una ricerca speciale per avvicinarsi a degli oggetti particolari. Quale manufatto di Ötzi vorrei avere anch’io? Che reperto si può associare alle lettere dell’alfabeto? Bambini e accompagnatori esplorano il museo in modo giocoso e originale, osservando e ricercando gli oggetti adatti per realizzare il loro abbecedario creativo su Ötzi. Un pomeriggio ricco di input e spunti da vivere insieme.
Con MarameoLab.
In lingua italiana e tedesca.
Prenotazione obbligatoria al numero 0471-320 145 entro il 5.2.2020.
Prezzo: ingresso al museo con Carta famiglia “mini” (9,00 Euro a coppia).

 

Familiennachmittag 1+1. Illustration: Marameo Lab


6 marzo, dalle ore 16 alle 18 ANNULLATO

Pomeriggio per famiglie 1+1

Laboratorio per bambine e bambini dai 7 anni accompagnati da una persona adulta.
In coppia si scoprono temi, tecniche e materiali archeologici.
Tante storie, un solo libro
Dotati di un kit di esplorazione, bambini e accompagnatori avranno la possibilità di partire per una spedizione: scovare dettagli, acchiappare suoni, annotare parole sussurrate, dare forma a oggetti sconosciuti, sprigionare storie… Un’attività creativa e coinvolgente che condurrà alla realizzazione di un proprio libro, unico ed inimitabile, proprio come Ötzi.
Con MarameoLab.
In lingua italiana e tedesca.
Prenotazione obbligatoria al numero 0471-320 145 entro il 4.3.2020.
Prezzo: ingresso al museo con Carta famiglia “mini” (9,00 Euro a coppia).

 

 

Menhir, Tiya (Äthiopien)

17 maggio, dalle ore 10 alle 18 ANNULLATO

Giornata internazionale dei musei: Africa – Europa: andata e ritorno

“L’Africa mi toccò l’animo già durante il volo: di lassù pareva un antico letto d’umanità.” (Saul Bellow)
L’Africa ha avuto un’importanza fondamentale nella preistoria dell’Uomo e anche nella storia d’Europa. Gli scambi tra i due continenti sono stati continui fin dall’antichità. Ma cosa hanno in comune Africa ed Europa dal punto di vista archeologico? E cosa hanno in comune oggi?
Come in un viaggio tra i due continenti confronteremo Ötzi con la più antica mummia egizia, scopriremo che le nostre statue stele sono molto simili ad alcune antiche sculture africane, i bambini potranno ascoltare storie della tradizione orale africana e infine non mancherà la musica.

 

Ötzis Kühlzelle © Südtiroler Archäologiemuseum/Oskar Verant

18 giugno, ore 17 ANNULLATO

Visita guidata alla cella frigorifera di Ötzi

Qui rimane sempre freddo, anche quando fuori il clima si fa più mite…
Una volta all'anno il Museo Archeologico dell'Alto Adige apre al pubblico l'area della cella frigorifera di Ötzi. Come funziona l'impianto di refrigerazione della cella, unico al mondo, per una mummia umida?
Visita guidata a cura dei due esperti della conservazione di Ötzi:
Oliver Peschel, medico legale e incaricato della conservazione dell'Uomo venuto dal ghiaccio, in lingua tedesca, e Marco Samadelli, esperto di conservazione di mummie e della cella frigorifera di Ötzi, in lingua italiana.
La visita guidata alla zona di sicurezza dura circa 15 minuti. Inoltre, è possibile visitare il museo. Non è necessaria la prenotazione.
La visita guidata è inclusa nel biglietto d'ingresso al museo.

 

Il programma da luglio a dicembre è in elaborazione.

Un tempo residenza estiva dell’imperatrice Elisabetta d’Austria, meglio nota come Sissi, Castel Trauttmansdorff oggi ospita il Touriseum, il Museo provinciale del Turismo, il primo in tutto l’arco alpino specializzato nella storia del turismo. Il Touriseum, circondato dallo spettacolare orto botanico di Castel Trauttmansdorff, offre un emozionante viaggio nel tempo alla scoperta dei 200 anni di tradizione turistica del Tirolo, attraverso un percorso arricchito di pannelli illustrati. Il visitatore, proiettato nel passato, rivive l’atmosfera del tempo sia dal punto di vista dei villeggianti sia da quello della popolazione locale.

www.touriseum.it

Attenzione: Per motivi di sicurezza e per prevenire la diffusione del Coronavirus, il Touriseum rimane chiuso fino a data da destinarsi.

Meran zu Kafkas Zeiten

da giugno a ottobre al Touriseum, ANNULLATO
ottobre/novembre all’Istituto tecnico, ex Hotel Emma e
novembre/dicembre al Vecchio Municipio a Maia Bassa

Mostra itinerante „Santo cielo, Milena, se Lei fosse qui”

Nel 1920 Franz Kafka giunse a Merano per un soggiorno di cura che sarebbe durato quasi tre mesi. Da qui scrisse le prime delle famose lettere a Milena. La mostra ripercorre le tracce di Kafka in città.

 

Meraner Kurliste

dal 15 al 18 ottobre

150 anni fa: Imperatrice Elisabeth a Castel Trauttmansdorff (1870-2020)

Serie di conferenze, workshops...

 

Vintage Market Meran im Touriseum

7 e 8 novembre

Vintage Market

Per un intero fine settimana Castel Trauttmansdorff con il Touriseum sarà all’insegna del vintage: bancarelle selezionate propongono moda storica, originali articoli decorativi e accessori di pregio, dagli occhiali da sole alle scatole per cappelli, dagli orologi alle valigie. Con musica, un angolo per l’acconciatura di capelli e trucco ed un fotobox.

15 novembre

Fine stagione

Il Museo provinciale Miniere si divide in quattro sedi ovvero nella sede di Ridanna, la sede di Monteneve, la sede di Cadipietra e la sede di Predoi con il Centro climatico.

ATTENZIONE: a Ridanna potrà essere visitata solo l'area espositiva, mentre a causa degli spazi stretti resteranno chiuse la galleria dimostrativa, la galleria „Poschhaus“ e l'impianto di estrazione del metallo. Per lo stesso motivo anche la sede di Predoi continuerà a non essere accessibile.

Tutte le offerte di mediazione e le manifestazioni in programma fino a fine luglio sono inoltre state cancellate e vigeranno le regole di comportamento a tutela della salute, stabilite dalla legge, ovvero: Chi lavora presso i musei e chi li visiterà dovrà mantenere le distanze prescritte e portare mascherine a protezione di naso e bocca. A seconda dell’afflusso l'ingresso degli ospiti dovrà inoltre essere scaglionato.

Museo provinciale Miniere - sede di Ridanna
Sede di Ridanna

La sede di Ridanna fu costruita 150 anni fa ed è una testimonianza unica del periodo della rivoluzione industriale. Chi visita l’impianto di arricchimento del minerale a Masseria, dotato delle tecnologie più moderne per l’epoca, può toccare con mano l’intero processo di produzione grazie a macchinari funzionanti. Il più lungo sistema di trasporto minerario al mondo, composto di piani inclinati e binari per il traino con i cavalli che si estendono dal distretto in alta montagna alle gallerie di Monteneve, ma anche i grandi bacini di flottazione e i potenti macchinari fanno intuire sia le dimensioni impressionanti sia le difficoltà dell'attività estrattiva e invitano le visitatrici ed i visitatori ad un viaggio nel tempo tornando alla rivoluzione industriale in campo minerario.

Orario d'apertura

La sede di Ridanna è aperta dal 19 maggio all’8 novembre tutti i giorni tranne di lunedì dalle ore 9.30 alle 16.30, nei giorni festivi e ad agosto anche di lunedì.

Monteneve con il villaggio dei minatori. Foto Armin Torggler
Sede di Monteneve

L’estrazione di minerali è proseguita per secoli a Monteneve, la miniera di argento, piombo e zinco dell’area alpina che è stata più a lungo in attività. Un’attività estrattiva che ha lasciato molte tracce e ha modificato definitivamente paesaggio e territorio sopra e sotto la superficie. Il massiccio montuoso è percorso da ben 150 chilometri di gallerie, gli itinerari didattici conducono a imboccature di tunnel ormai interrate e passano davanti a pesanti macchinari che sono rimasti sul posto dopo la chiusura della miniera. Un ex edificio della miniera nel villaggio dei minatori di San Martino, l’insediamento stabile a più alta quota in Europa, ospita la mostra permanente che narra la storia del bacino minerario. Vengono inoltre proposte visite guidate in superficie e nelle viscere della montagna.
La miniera e il rifugio a Monteneve in Passiria sono raggiungibili solo a piedi, con due ore di cammino dalla strada di Passo del Rombo in Val Passiria e quattro ore di cammino da Masseria in Val Ridanna.

Orario d'apertura

La sede di Monteneve è aperta da metà giugno a metà ottobre; nel 2020 tuttavia non possono essere organizzate visite guidate.

Museo provinciale Miniere - sede di Cadipietra. Foto Stefano Scatà
Sede di Cadipietra

L’attività mineraria ha caratterizzato per secoli e fino ai nostri giorni non solo il paesaggio, ma anche la vita di chi ha abitato e abita le Alpi centrali. Nell’antico Granaio di Cadipietra le mostre temporanee raccontano i loro volti e le loro storie.
Attraverso immagini di minatori al lavoro nei secoli passati nelle miniere di Ridanna/Monteneve e di Predoi la mostra in corso “Ritratti. Gente di miniera” presenta i loro ritratti e racconta con brevi biografie la loro vita. Immagini, testi, registrazioni audio e diversi oggetti personali permettono di ridare un volto e una voce a imprenditori minerari e minatori, ma anche alle donne impiegate nella miniera.

Orario d'apertura

La sede di Cadipietra è aperta dal 19 maggio all’8 novembre ogni giorno tranne di lunedì dalle ore 10 alle 12.30 e dalle ore 13 alle 16.30, nei giorni festivi e ad agosto anche di lunedì (ultimo ingresso alle ore 16).

Museo delle Miniere - sede di Predoi
Sede di Predoi con Centro climatico

A Predoi dal 1996 è possibile effettuare, a bordo di un trenino, una suggestiva visita guidata vestiti con elmetto e cerata alla galleria “Sant’Ignazio”, lunga oltre 1 km. Da essa ancora oggi si estrae rame di cementazione: il particolare impianto è visibile e perfettamente funzionante. All’interno comincia l’avventuroso percorso guidato di 350 m, disseminato di rappresentazioni di scene lavorative. Il centro climatico si trova a ca. 1.100 m nel cuore della montagna e si presenta come luogo di quiete, distensione e rigenerazione.

Orario d'apertura

Questa sede del Museo provinciale Miniere non è accessibile al pubblico fino a data da destinarsi.

 

dal 14 al 16 febbraio

Fiera Idee Benessere al Centro climatico

Partecipazione alla Fiera della salute di Trento

 

Inizio stagione a Ridanna, Predoi e Cadipiet


Bruno Enzi Foto Alan Bianchi

 

 

dal 19 maggio all‘8 novembre

Mostra „Ritratti. Gente di miniera“ a Cadipietra

Quello dell’industria mineraria in Alto Adige non è un capitolo completamente chiuso: sono ancora in vita persone che possono raccontare come si estraeva il rame dal giacimento di Predoi, o l’argento e lo zinco dal Monteneve. Una di queste è Theresia Kofler, la cui vita è stata legata a doppio filo all’attività della miniera. Originaria della Val Passiria, moglie del fabbro della miniera e madre di minatori, ha abitato per anni nel villaggio minerario di San Martino in Monteneve, a 2.300 metri di quota. Quest’anno Theresia festeggia il suo 100° compleanno.
Theresia Kofler e altri sei testimoni del lavoro nelle miniere in Alto Adige sono i protagonisti della mostra temporanea “Ritratti. Gente di miniera”. Con una carrellata di fotografie realizzate dal brissinese Alan Bianchi e una selezione di dodici biografie, accompagnate da immagini d’archivio, la mostra racconta storie di uomini e donne che lavoravano nella (o per la) miniera. Si va dal periodo d’oro dell’industria mineraria tirolese nel XV-XVI secolo fino alla chiusura delle miniere di Predoi e di Monteneve tra il 1971 e il 1985: e sono proprio queste le realtà che, insieme all’impianto di lavorazione del minerale di Masseria in Val Ridanna, l’esposizione prende in esame.

 


Da maggio a fine agosto ANNULLATO

Klangbäder

Programma in elaborazione

 


17 maggio ANNULLATO

Giornata internazionale dei musei a Ridanna, Predoi e Cadipietra

All’insegna del motto „Musei per tutti“ a Ridanna verranno organizzate visite guidate in lingue straniere, a Predoi manifestazioni per bambine e bambini (nani in galleria, tecnica mineraria) e a Cadipietra per persone anziane.

 


20 maggio ANNULLATO

Conferenza „Miniere e boschi“ a Ridanna

No legno, no miniere: Già nel 1483 il giudice delle antiche miniere a Chiusa sapeva, che una fornitura sufficiente di legname era essenziale per il funzionamento di una miniera.
Andreas Maier nella sua conferenza parla proprio di questo importante capitolo minerario e spiega, quali leggi vigevano a proposito e perché queste spesso erano la causa di conflitti. Risponde inoltre alla domanda, quali conseguenze di ampio raggio ebbe l’uso intensivo dei boschi.

 


23 e 30 maggio ANNULLATO

“Arrivano i pollini… tutti in galleria!” al Centro climatico

Chi soffre di allergie e di febbre da fieno in questi due sabati di maggio può partecipare gratuitamente alle visite guidate al Centro climatico presso il Museo provinciale Miniere. Il particolare microclima allevia allergie e problemi respiratori.

 


6 e 7 giugno ANNULLATO

Reenactment I – costruzione di un forno

In occasione del primo dei tre appuntamenti di questa serie verrà ricostruito un forno medievale presso la galleria di San Nicola a Predoi.

19 giugno ANNULLATO

Giornata delle porte aperte al deposito del museo di Ridanna

Il deposito dopo l’inaugurazione potrà essere visitato su richiesta.

 

Sfida dei minatori
12 luglio ANNULLATO

Sfida dei minatori a Ridanna

Da quando tacciono i martelli e le macchine all’interno della miniera, anche il ricordo alla locale tradizione mineraria sta via via svanendo. Il lavoro nelle gallerie era ed è pericoloso, faticoso e avventuroso. Comportava forza, resistenza, abilità e non da ultimo una buona dose di coraggio. Generazioni di uomini, donne e bambini raccolsero queste sfide. A loro sono dedicate le Sfide dei minatori, che il Museo provinciale Miniere organizza presso la sede di Ridanna. In occasione di questa manifestazione diverse squadre si sfidano in una gara sportiva unica nel suo genere e si cimentano in varie prove di abilità, come i minatori di una volta. E che vinca il migliore!
Durante l’intera giornata, è possibile rifocillarsi nel ristorante “Knappenstube” a Masseria. L’ingresso è libero. Pomeriggio non ci saranno le abituali visite guidate.

25 e 26 luglio ANNULLATO

Reenactment II – La fusione

La fusione del rame nel forno medievale della galleria di San Nicola a Predoi è il tema del secondo dei tre appuntamenti di questa serie.

 

5 agosto

Presentazione dei risultati del progetto di ricerca sull’attività mineraria nelle Valli di Tures e Aurina A Cadipietra; con Kathi Geier.


15 agosto

Sagra parrocchiale a Monteneve


29 e 30 agosto

Reenactment III – La fusione

La serie "reenactment" (ovvero ricostruzione, riecocazione storica) termina con il terzo appuntamento, dedicato anch'esso alla fusione del rame nel forno medievale della galleria di San Nicola di Predoi.

 


13 settembre

Transart Festival a Ridanna


20 settembre

Giornata delle leggende a Ridanna e Predoi

Armin Torggler (Ridanna) e Klothilde Oberarzbacher Egger (Predoi) raccontano leggende sulle miniere.

 


dal 23 al 26 settembre

Convegno di storia mineraria

 

29 settembre

Escursione dell’associazione storica del Tirolo

L’associazione storica del Tirolo visita la sede di Cadipietra.


1° ottobre

Giornata per persone anziane a Cadipietra

 

11 ottobre

Fine stagione a Monteneve

 


21 ottobre

Conferenza archeologica a Cadipietra

 

8 novembre

Fine stagione a Ridanna, Predoi e Cadipietra

 


6 dicembre

Festa di Santa Barbara a Predoi. Messa nella galleria di Sant’ignazio

 

12 e 13 dicembre

Il Natale dei minatori a Ridanna

Residenza dinastica dei conti del Tirolo, il castello ha dato il nome all'intera regione. La sua realizzazione risale alla seconda metà dell'XI secolo. Il percorso museale è incentrato sulla storia del Tirolo dai primordi ai giorni nostri. Nel palazzo meridionale si trovano i due portali romanici, mentre nella cappella del castello, intitolata a San Pancrazio ed edificata su due piani, notevoli pitture murali gotiche. Nel mastio è possibile ripercorrere la storia dell’Alto Adige nel XX secolo.

www.casteltirolo.it

Orario d'apertura

Orari d’apertura

dal 20 maggio all‘8 dicembre, da mercoledì a domenica dalle ore 10 alle ore 17

 

Attenzione: il mastio e "Castel Tirolo per bambini" sono temporaneamente chiusi; tutte le offerte di mediazione e le manifestazioni in programma fino a fine luglio sono inoltre state cancellate e vigeranno le regole di comportamento a tutela della salute, stabilite dalla legge, ovvero: Chi lavora presso i musei e chi li visiterà dovrà mantenere le distanze prescritte e portare mascherine a protezione di naso e bocca. A seconda dell’afflusso l'ingresso degli ospiti dovrà inoltre essere scaglionato.

Josef Haller, Auffindung des Mosesknaben durch die Tochter des Pharao, UMJ Inv.-Nr. 942 © Alte Galerie, Universalmuseum Joanneum, Graz

solo online, inaugurazione rimandata a data da destinarsi

Mostra „Tra Augusta e Venezia - La scuola pittorica della Val Passiria “

Nel corso di tre generazioni, tra il 1719 e il 1845 circa, una bottega di pittori attiva a San Martino in Passiria ha fornito dipinti alle chiese dell’omonima valle e dei dintorni. L’insediamento del pittore meranese Nikolaus Auer, fondatore di tale bottega, in un villaggio lontano dai centri artistici urbani è dovuto all’iniziativa di Michael Winnebacher, sacerdote amante dell’arte, attivo anche come poeta.
Presso la bottega di Auer svolsero il loro apprendistato non solo i tre figli del maestro, ma anche diversi altri pittori barocchi, alcuni dei quali di importanza sovraregionale. Gli allievi più talentuosi, Johann Evangelist Holzer di Burgusio in Alta Val Venosta e Joseph Haller di San Martino, proseguirono la loro formazione nell’allora metropoli artistica di Augusta, proprio come a suo tempo aveva fatto il loro primo maestro. Mentre Holzer rimase ad Augusta affermandosi come uno degli artisti più celebrati della Germania meridionale, Haller, dopo il suo ritorno nella sua valle natale, realizzò numerosi dipinti ad olio di rara luminosità e raffinatezza cromatica. Il figlio di Nikolaus Auer, Johann Benedikt, invece, ricevette la sua formazione a Venezia e lavorò come incisore a Bolzano e a San Martino.
A circa 300 anni dalla sua fondazione, per la prima volta una grande mostra è dedicata alla cosiddetta scuola pittorica passiriana. Le circa 80 opere esposte - per lo più dipinti e stampe, ma anche sculture e libri scritti da Michael Winnebacher - provengono sia da chiese e musei altoatesini, sia da collezioni austriache e germaniche.

 


5 aprile, ore 15 ANNULLATO

Canti della Passione nella cappella di Castel Tirolo



12 maggio, ore 15 ANNULLATO

Messa in onore del patrono della cappella, S. Pancrazio

 


14 maggio ANNULLATO

Inaugurazione della mostra [1940–2020] option – propaganda – opzioni

 

Propagandaplakat © Schloss Tirol

dal 20 maggio all‘8 dicembre RIMANDATA A DATA DA DESTINARSI

Mostra “[1940–2020] option – propaganda – opzioni”

80 anni dopo l’apice delle cosiddette “Opzioni” sudtirolesi, la mostra a Castel Tirolo si interroga sulla collocazione storica degli eventi che così traumaticamente segnarono la storia della regionale.
Nel 1940, quando i treni che trasportavano le persone emigrate nel “Terzo Reich” attraversarono il Brennero, in Alto Adige era in corso una battaglia di propaganda – parallelamente alla guerra reale appena scatenata dal fascismo tedesco – che eclissò la fase totalitaria già in atto.
I cittadini di lingua tedesca e ladina erano combattuti tra le incredibili affermazioni del fascismo italiano secondo cui si poteva rimanere tranquilli in una patria da tempo divenuta estranea a loro, grazie alle severe politiche di snazionalizzazione del regime, e le futili promesse nazionalsocialiste di un futuro brillante all’interno della “Volksgemeinschaft” germanica.
Grazie a nuovi sensazionali ritrovamenti, già acquisite dal Museo Provinciale di Castel Tirolo, sarà possibile per la prima volta dare uno sguardo dietro le quinte degli sforzi nazisti per conquistare le menti e i cuori del “materiale umano” sudtirolese.
Il materiale propagandistico proviene dal fondo di un volontario sudtirolese delle SS che era diventato membro della famigerata “Leibstandarte Adolf Hitler” e che perse la vita nella guerra di aggressione contro l’Unione Sovietica nel 1944. Dalla fase centrale delle Opzioni sono sopravvissuti alcuni manifesti o bozze che aggressivamente promuovono la “Heimkehr ins Reich” dei sudtirolesi.
Il materiale, in precedenza completamente sconosciuto, sarà presentato e storiograficamente contestualizzato per il pubblico e inoltre commentato attraverso un contributo estetico-politico attuale dell’artista Riccardo Giacconi.

 


17 maggio ANNULLATO

Giornata internazionale dei musei

…all’insegna del motto “Il museo per tutti: diversità e inclusione”
Ingresso libero

 

Hoangort auf Schloss Tirol
24 maggio, dalle ore 14 ANNULLATO

Festa popolare „Hoangart“

Musica, canti, danze popolari e storie tratte dalla tradizione orale saranno di scena anche quest’anno nella classica festa chiamata “Huangort”.
Ingresso gratuito dalle ore 14.

 

 

Soireen

18 e 25 giugno, 2, 9 e 16 luglio, ore 21 ANNULLATO

Le Soirée

Nella suggestiva cornice del castello, ogni anno i migliori ensemble, sia italiani che esteri, mettono in scena opere musicali del Medioevo, Rinascimento e Primo Barocco.
Prevendita biglietti: Associazione Turistica di Tirolo Tel. 0473 923314

 


26 giugno ANNULLATO

Inaugurazione della mostra “Amore, Morte e Demonio. Teatro in Tirolo”

 

Ernst Nepo, Bühnenbild für „Gyges und sein Ring“. Entwurf für das Landestheater Innsbruck, 1934. Innsbruck, Stadtarchiv

dal 27 giugno al 22 novembre RIMANDATA A DATA DA DESTINARSI

Mostra “Amore, Morte e Demonio. Teatro in Tirolo”

La mostra tematica è incentrata sulla storia e sulle “storie” dell’arte teatrale nel Tirolo storico. Non ci si limiterà a guardare ai suoi inizi, ma anche a diverse sequenze tematiche che riassumeranno i suoi diversi filoni di sviluppo. Dalle rappresentazioni sacre e profane del Medioevo, attraverso il teatro gesuita o quello di corte della prima Età Moderna, passando per la scuola teatrale barocca, le rappresentazioni popolari durante le processioni, il teatro popolare, oppure lo sviluppo dei grandi teatri. Non potrà mancare uno sguardo alle rappresentazioni della Passione a Erl, all’ampia tematica sulle rappresentazioni all’aperto e sui palcoscenici in lingua italiana di Bolzano.
Il risultato è un quadro colorato e movimentato, che giunge fino ai giorni nostri. È la prima mostra che sia mai stata allestita sulla storia del teatro tirolese, un progetto pioneristico che si basa a livello storico-artistico su una vasta scelta di documenti e opere.

 

Mittelalterfest auf Schloss Tirol

16 agosto, dalle ore 10 alle 18

Festa medievale

La “Compagnia dell’Elefante”, associazione di rievocazione storica, inscenerà spettacolari combattimenti con armature che riproducono quelle originali e rappresenterà scene di vita quotidiana del castello medievale. Musiche medievali e rinascimentali.
Ingresso libero

 


13 settembre

Castel Tirolo rimane chiuso tutto il giorno per l’assegnazione delle croci al merito del Tirolo


18 settembre, ore 20.30

Concerto delle Settimane Musicali Meranesi

Nella sala dei Cavalieri: vox humana: Ensemble VOCES 8 (London)
SING JOYFULLY: Bach, Byrd, Di Lasso, Mendelssohn Bartholdy, Rachmaninoff, Simon & Garfunkel, Jobim.
Prevendita biglietti: Settimane Musicali Meranesi https://www.meranofestival.com/it/biglietti/biglietti-singoli
Info: info@meranofestival.com

 


10 ottobre

Giornata del Romanico

Lungo la Val Venosta, fino al convento carolingio di Müstair in Svizzera, sono allineati i tesori della “Via romanica delle Alpi”. Il 10 ottobre se ne possono visitare gratis ben 25, tra questi gli spettacolari portali marmorei di Castel Tirolo, databili al XII secolo. In collaborazione con “Via romanica delle Alpi – Sentieri del cielo”.

 


10 ottobre

Giornata del contemporaneo

In collaborazione con l’Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani (AMACI), che da undici anni sceglie una giornata per valorizzare l’arte contemporanea presente nei musei sul territorio. Castel Tirolo possiede ed espone varie opere del XX e XXI sec., prime fra tutte quelle esposte nel Mastio.

 

Schloss Tiroler Advent

5, 6, 7 e 8 dicembre, ore 10-19

Avvento a Castel Tirolo

Anche quest’anno si terrà un particolare mercatino di Natale a Castel Tirolo, organizzato dall’Azienda turistica di Tirolo, con concerti natalizi, una mostra di presepi, animazione per bambini, presentazione di prodotti artigianali tradizionali e molto altro ancora.
Ingresso libero

 


7 dicembre

Apertura straordinaria del museo

 


8 dicembre

Fine stagione

Situato nell’antica residenza urbana e sede degli uffici amministrativi dell’imperatore Massimiliano I, il Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige illustra la storia naturale e paesaggistica dell’Alto Adige, uno dei territori più multiformi d’Europa. Su una superficie espositiva di circa 1.000 mq, il museo consente di scoprire – in una sorta di viaggio nel tempo scandito da plastici, diorami e postazioni sperimentali e multimediali – i momenti più importanti delle origini della terra e della nascita e dello sviluppo dei vari ambienti naturali. Il piano terra ospita regolarmente mostre temporanee.

www.museonatura.it

 

Orario d'apertura

Il museo è aperto tutto l’anno ogni giorno tranne di lunedì, dalle ore 10 alle 18 (chiuso il 1° gennaio, il 1° maggio ed il 25 dicembre).

ATTENZIONE: Quest'anno è gentilmente richiesta la prenotazione della visita. Tutte le offerte di mediazione e le manifestazioni in programma fino a fine luglio sono inoltre state cancellate e vigeranno le regole di comportamento a tutela della salute, stabilite dalla legge, ovvero: Chi lavora presso i musei e chi li visiterà dovrà mantenere le distanze prescritte e portare mascherine a protezione di naso e bocca. A seconda dell’afflusso l'ingresso degli ospiti dovrà inoltre essere scaglionato.



dalle ore 14.30 alle 17 ANNULLATO

Compleanno al museo!

Festeggia il tuo compleanno giocando e sperimentando insieme ai tuoi amici nelle sale del museo.
Scegli, tra questi, il tema della tua festa: Piccoli geologi, Dino Party, Il mondo degli animali, Ali, aria e fantasia, Eureka! giochi al museo.
Prezzo: 190 €. Massimo 12 bambine e bambini della scuola elementare
Info: Tel. 0471 412964
Pensiamo noi a torta e bibite!

 

 

Das berühmte Bild des ersten Mannes auf dem Mond. Foto NASA

fino al 2 giugno, ogni giorno tranne di lunedì dalle ore 10 alle 18

Mostra „Pazzi per la luna“

Il 21 luglio 1969 segna una tappa fondamentale nella storia dell’umanità. Per la prima volta un abitante della Terra, un essere umano, ha potuto camminare su un altro corpo celeste. “Pazzi per la Luna” racconta come un sogno si è trasformato in realtà.
Partite con noi in un viaggio spazio-temporale, immergendovi nel contesto storico, nelle conquiste tecniche e in quell’euforia scientifica necessarie alla missione e scoprite il paesaggio lunare: un ambiente estraneo, invivibile, meraviglioso, che da 50 anni rappresenta una grandiosa sfida in un’esplorazione che non è ancora terminata.
Prezzo: Ingresso al museo
Info: Tel. 0471 412964
In italiano e tedesco

 

 

Mond (c) Dieter Seiwald

6 gennaio, ore 18

Lunadì

Tutti gli interessati potranno osservare la luna crescente al telescopio in compagnia dei membri del gruppo astrofili “Max Valier”. I luoghi di osservazione sono Bolzano più alcune altre località della provincia che saranno indicate sul sito www.museonatura.it circa due settimane prima dell’evento.
Durata: ca. un’ora. In caso di pioggia o cielo nuvoloso l’attività sarà annullata.

 

Zeichnung von Geena Forrest

17 gennaio, dalle ore 19 alle 22

Gruppo di disegno „Schizzi di natura”

Una volta al mese il gruppo si ritrova per disegnare elementi della natura. Quest’anno il tema scelto sono gli insetti.
La partecipazione è gratuita, è necessaria la prenotazione: gabriella.meraner@naturmuseum.it
In italiano e tedesco.

 

dal 18 gennaio alle ore 20 al 19 gennaio alle ore 8.30

Una notte al museo

Dedicata a chi ama esplorare ed ha tra i 7 ed i 10 anni. Un’intera notte al museo sulle tracce di animali e minerali, tra giochi e scoperte. Dormiremo ai piedi del grande acquario marino e al mattino faremo colazione insieme, in attesa dei genitori.
Prezzo: 35 € a testa
Prenotazione necessaria: Tel. 0471 412964
In tedesco ed italiano

 

Embyronale Stammzellen am Mikroskop. Foto Wikimedia Commons

21 gennaio, ore 18

Conferenza “Fatti e misfatti in biologia: cellule staminali. Il potere della comunicazione”

Cosa sono le cellule staminali e come possono essere usate a fini terapeutici? Simona Casarosa ci guiderà tra le ricerche più avanzate in questo campo, chiarendo quali siano le possibili applicazioni delle cellule staminali in campo sanitario e quali invece false cure e speranze, promosse da abili strategie di comunicazione.
Simona Casarosa è biologa e ha conseguito un Ph.D. in Neurobiologia dello sviluppo. Dirige il laboratorio di Sviluppo e Rigenerazione Neurale al CIBIO di Trento.
Ingresso libero
Info: Tel. 0471 412964
In lingua italiana
Riconosciuto come corso di aggiornamento nel PPA.

 

Vortrag Flora del Trentino

24 gennaio, ore 18

Conferenza “La Flora del Trentino”

Nell’ambito dell’incontro del gruppo di lavoro Flora dell’Alto Adige. Il volume costituisce la nuova base conoscitiva sulla flora del Trentino dopo il catalogo pubblicato da Dalla Torre & Sarnthein tra il 1900 e il 1913. Ciascuna delle 2.563 specie considerate spontanee in Trentino è descritta da una foto, un testo e una mappa di distribuzione a punti. Le mappe si basano su un archivio di oltre 1.300.000 dati, per la maggior parte raccolti sul campo in un capillare lavoro di campagna che è durato quasi 30 anni.
Filippo Prosser & Alessio Bertolli, collaboratori del Museo Civico di Rovereto, sono esperti della flora e i principali responsabili della cartografia floristica moderna del Trentino.
Ingresso libero. Info: Thomas Wilhalm, Tel. 0471 413431
In lingua italiana
Ospiti graditi.

 

 

Wölfe. Foto Stefan Borkert

1 febbraio, dalle ore 14.30 alle 16

Sulle tracce del lupo

Tracce nella neve… sarà un lupo o un cane? Facile distinguerli da vicino, ma dalle tracce? Eppure esse ci raccontano tante cose sulle sue abitudini alimentari, familiari e perché no? Anche caratteriali! Un pomeriggio dedicato al lupo: biologia, metodi di ricerca e giochi. Workshop per bambine e bambini dagli 8 anni in poi.
Prezzo: 6,50 €
Posti limitati, prenotazione obbligatoria: Tel. 0471 412964
In lingua italiana

 

Mond (c) Dieter Seiwald

3 febbraio, ore 18

Lunadì

Tutti gli interessati potranno osservare la luna crescente al telescopio in compagnia dei membri del gruppo astrofili “Max Valier”. I luoghi di osservazione sono Bolzano più alcune altre località della provincia che saranno indicate sul sito www.museonatura.it circa due settimane prima dell’evento.
Durata: ca. un’ora. In caso di pioggia o cielo nuvoloso l’attività sarà annullata.

 

dall‘8 febbraio alle ore 20 al 9 febbraio alle ore 8.30

Una notte al museo

Dedicata a chi ama esplorare ed ha tra i 7 ed i 10 anni. Un’intera notte al museo sulle tracce di animali e minerali, tra giochi e scoperte. Dormiremo ai piedi del grande acquario marino e al mattino faremo colazione insieme, in attesa dei genitori.
Prezzo: 35 € a testa
Prenotazione necessaria: Tel. 0471 412964
In tedesco ed italiano

 

Patrizia Caraveo

11 febbraio, ore 18

Ruoli e pregiudizi di genere nella scienza

Conferenza con discussione. Patrizia Caraveo ci racconta il suo lavoro in campo astrofisico, le sue scoperte e la sua posizione sulla situazione delle donne nelle scienze. Nella discussione cercheremo di capire perché le donne, in ambito scientifico, ricoprono ancora pochi posti decisionali.
Moderazione: Paolo Mazzucato, giornalista RAI Radio 1 di Bolzano.
Patrizia Caraveo, astrofisica, dirigente di ricerca all’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) e professoressa all’Università di Pavia.
Ingresso gratuito
Info: Tel. 0471 412964
In italiano e tedesco
Riconosciuto come corso di aggiornamento nel PPA.

 

Wolf. Foto Stefan Borkert

15 febbraio, dalle ore 14:30 alle 16

Sulle tracce del lupo

Tracce nella neve… sarà un lupo o un cane? Facile distinguerli da vicino, ma dalle tracce? Eppure esse ci raccontano tante cose sulle sue abitudini alimentari, familiari e perché no? Anche caratteriali! Un pomeriggio dedicato al lupo: biologia, metodi di ricerca e giochi. Workshop per bambine e bambini dagli 8 anni in poi.
Prezzo: 6,50 €
Posti limitati, prenotazione necessaria: tel. 0471 412964
In lingua tedesca

 

Bergpieper (c) Thomas Wilhalm

21 febbraio, ore 18

Conferenza „Biodiversitäts-Monitoring Südtirol“

Nell’ambito degli incontri del gruppo di lavoro „Flora dell’Alto Adige”. Nell’anno 2019 ha preso l‘avvio il progetto dell’eurac di monitoraggio della biodiversità in Alto Adige. Esso prevede, per una durata di cinque anni, lo studio della flora e fauna di 320 siti sparsi per la provincia. Simon Stifter è responsabile dei rilevamenti botanici. Nella conferenza spiega i metodi, gli argomenti salienti ed i risultati della prima stagione di rilevamento.
Simon Stifter e Andreas Hilpold, entrambi botanici, collaborano con l’Eurac Bolzano.
Ingresso gratuito
Info: Thomas Wilhalm, Tel. 0471 413431
In lingua tedesca.
Ospiti graditi
Riconosciuto come corso di aggiornamento nel PPA.

 

Wolf Foto Florian Schulz

29 febbraio, dalle ore 14:30 alle 17:30

Conferenza “Il monitoraggio del lupo: il branco del Deutschnonsberg-Alta Val di Non”

Nell’area dell’Alta Val di Non-Deutschnonsberg da alcuni anni si è stabilito un branco di lupi. Di questo branco si è potuto approfondire meglio le conoscenze sul comportamento del gruppo e sull’uso del territorio, poiché la femmina alfa è stata dotata di un collare satellitare che permette al personale tecnico provinciale di seguirne gli spostamenti. Il territorio occupato dalle attività del branco si estende per oltre 200 chilometri quadrati, i quali vengono utilizzati in modo strategico per massimizzare la fruizione e ridurre il consumo energetico.
Il relatore spiegherà le tecniche di rilevamento satellitare, del loro impiego per studiare gli spostamenti degli animali sul territorio, si approfondirà inoltre l’uso e lo scopo delle così dette fototrappole e delle attività di snow tracking, per concludere con l’attività di campionamento genetico. Nel loro complesso, queste tecniche sperimentate e affinate tra gli anni 1940 e 2000, hanno modificato molto le conoscenze sulla biologia dei lupi allo stato libero.
Davide Righetti è Tecnico Faunistico-Ambientale, specializzato in mammiferi selvatici, collabora nel monitoraggio di lupi ed orsi presso l’Ufficio Caccia e pesca della Provincia autonoma di Bolzano ed altre amministrazioni.
Prezzo seminario + escursione del 7 marzo: 20 €, riduzione per famiglie, gratuito per ragazze e ragazzi sotto i 16 anni. Il seminario è vincolante per la partecipazione all’escursione.
Info: Tel. 0471 412964
In lingua italiana (traduzione ad hoc in tedesco su richiesta)

 

 

Korallen

5 marzo, dalle ore 17:30 alle 19 ANNULLATO

Workshop “La natura al microscopio: i coralli”

Un pomeriggio diverso, in cui potremo sperimentare in prima persona l’uso del microscopio e cimentarci nell’osservazione di vetrini andando alla scoperta degli animali più affascinanti dell’acquario: i coralli. Vedremo come sono fatti i loro tentacoli, come mangiano, in che modo riescono a urticarci e proveremo a individuare le alghe che vivono al loro interno, nutrendoli e colorandoli.
Il workshop si rivolge a persone adulte.
A cura del team didattico del Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige
Prezzo: 6,50 €
Posti limitati, prenotazione obbligatoria: Tel. 0471 412964
In lingua italiana

 

Wolf


7 marzo, dalle ore 9 alle 16:30 ANNULLATO

Escursione “I lupi e il loro territorio”

Faremo una passeggiata su sentieri dove forse la notte stessa potrebbero essere passati i lupi del branco del Deutschnonsberg-Alta Val di Non. Esamineremo le tracce presenti nella neve (sempre se vi sarà neve). Quanto è grande il loro territorio? Cosa significa territorio per un branco di lupi? Come si comportano i lupi se vivono in un’area ad alta presenza umana? Incontreremo altre tracce di animali, che costituiscono le loro prede o altre specie a loro indifferenti? Il percorso è facile, ma richiede di camminare per almeno quattro ore ed eventuale esperienze con le ciaspole. Consigliabile anche per ragazzi sopra nove anni accompagnati da persone adulte autorizzate.
Accompagnano: Johanna Platzgummer e Davide Righetti (relatore)
Prezzo seminario del 29 febbraio e escursione: 20 €, riduzione per famiglie, gratuito per ragazze e ragazzi sotto i 16 anni. Il seminario è vincolante per la partecipazione all’escursione.
Info: Tel. 0471 412964
In lingua italiana (traduzione ad hoc in tedesco su richiesta)
Attrezzatura: Scarpe da trekking, ciaspole, abbigliamento caldo, pranzo al sacco.
Ritrovo: Passo Palade, ore 9.

 

Workshop


14 marzo, dalle ore 10 alle 16:30 ANNULLATO

Laboratorio di acquerello “Corpo celeste”

Una giornata di acquerello per chi desidera conoscere ed approfondire la tecnica: rivolto a coloro che non l‘hanno mai „affrontata“ ed anche a chi ha provato da autodidatta e vorrebbe riprendere in mano i concetti fondamentali, gli strumenti più opportuni, le sperimentazioni. Il tema sarà la luna e le atmosfere pittoriche legate allo sguardo sulla sua luce riflessa. Nell'ambito del ciclo di incontri Schizzi di natura – Natur zeichnen.
Marina Marcolin, nata a Vicenza nel 1975, lavora come illustratrice e pittrice professionista per editori e gallerie d’arte nazionali e internazionali. Vive e lavora ad Arcugnano, tra un lago e il bosco.
Prezzo: 60 €
Prenotazione obbligatoria: Tel. 0471 412964
Posti limitati, massimo 15 partecipanti
In lingua italiana

 


14 marzo, dalle ore 14 alle 15:30 in lingua tedesca, dalle ore 16 alle 17:30 in lingua italiana ANNULLATO

Missione luna

Assenza di gravità, tute spaziali, un ambiente sconosciuto. Scopriamo quali avventure hanno dovuto affrontare i primi astronauti sulla luna! Workshop per bambini delle scuole elementari.
Prezzo: 6,50 €
Posti limitati, prenotazione obbligatoria: Tel. 0471 412964

 

Nacht im Museum. Foto Ludwig Thalheimer


dal 14 marzo alle ore 20 al 15 marzo alle ore 8.30 ANNULLATO

Una notte al museo

Dedicata a chi ama esplorare ed ha tra i 7 ed i 10 anni. Un’intera notte al museo sulle tracce di animali e minerali, tra giochi e scoperte. Dormiremo ai piedi del grande acquario marino e al mattino faremo colazione insieme, in attesa dei genitori.
Prezzo: 35 € a testa
Prenotazione necessaria: Tel. 0471 412964
In tedesco ed italiano

 


17 marzo, ore 18 ANNULLATO

Vortrag “Synthetic life: il confine tra vivente e “non vivente””

La nascita della vita resta ancora la più grande domanda della biologia. Molti scienziati sono impegnati in questo campo e, tra loro, Martin Hanczyc è uno dei più affermati. La sua ricerca sta sviluppando nuovi sistemi chimici sintetici basati sulle proprietà dei sistemi viventi. Questi sistemi sintetici, o “protocellule” sono modelli di cellule viventi primitive ed esempi chimici di vita artificiale.
Martin Hanczyc è professore di ricerca in ingegneria chimica e biologica all’Università del New Mexico (USA) e dirige il Laboratorio di Biologia Artificiale dell’Università di Trento.
Ingresso gratuito
Info: Tel. 0471 412964
In lingua inglese

 

 

Vortrag Die Pflanzenwelt Nordkaliforniens

20 marzo, ore 18 ANNULLATO

Conferenza „Die Pflanzenwelt Nordkaliforniens“

Nell’ambito degli incontri del gruppo di lavoro “Flora dell’Alto Adige”. La California è lo stato americano più ricco di flora e vanta una vegetazione autonoma. Inoltre la flora del nord si distingue fortemente da quella del sud. In questa conferenza Thomas Wilhalm, conservatore botanico al Museo di Scienze, parla degli habitat più marcati di questa zona, della costa dell’Oceano Pacifico, dei boschi di Redwood e delle zone Wilderness, scarsamente esplorate, dei Klamath Mountains.
Ingresso gratuito
Info: Thomas Wilhalm, Tel. 0471 413431
In lingua tedesca
Ospiti graditi
Riconosciuto come corso di aggiornamento nel PPA.

 


21 marzo, ore 20 ANNULLATO

Delitto al museo

Un mistero aleggia nelle sale del museo… Chi riesce a scoprire l’assassino?
Prezzo: Ingresso al museo
Prenotazione obbligatoria: Tel. 0471 412964
In italiano e tedesco

 

Sonnenbarsch im Lamar See. Foto Andrea Falcomatà

24 marzo, ore 18 ANNULLATO

Vortrag “Vita nei nostri laghi: come scattare belle foto subacquee in acqua dolce”

Nell’arco della serata il fotografo racconterà trucchi, aneddoti e curiosità sui suoi scatti subacquei più riusciti che ritraggono la grande biodiversità dei nostri laghi. Per ore si è immerso, in acqua fredda e torbida, alla ricerca degli abitanti - piante e animali - di questo mondo sommerso così poco noto a chi vive sopra l’acqua, per fotografarli.
Andrea Falcomatà è un fotografo subacqueo che da anni si dedica alla fotografia in acqua dolce. Molti dei suoi scatti sono stati premiati a concorsi internazionali ed esposti in musei in Italia e all’estero.
Ingresso libero
Info: Tel. 0471 412964
In lingua italiana

 

Braunbär Foto Andrea Mustoni Parco Naturale Adamello Brenta

28 marzo, dalle ore 14:30 alle 17:30 ANNULLATO

Conferenza “Grandi Carnivori e attività outdoor”

Da quando gli sport outdoor si diffondono e sempre più persone li praticano, in qualche modo si interferisce in esigenze di animali selvatici. Vediamo come diverse specie di fauna reagiscono agli umani. Analizziamo i comportamenti di orsi bruni e di lupi in Regione, due specie solitamente molto elusivi. Emerge dallo studio delle fototrappole e dai rilievi satellitari che gli animali sanno bene dove passano persone e si allontanano dai sentieri più battuti. Discutiamo anche i pochi casi di avvicinamento tra orso e umano e le situazioni critiche.
Sarà presentato l‘indagine di EURAC research riguarda la percezione di turiste e turisti verso orsi, lupi e altre specie selvatiche. Il Museo di Scienze risponde a richieste fatto spesso da persone provenienti dall’Alto Adige o da fuori provincia su come possiamo godere la natura senza danneggiare altri animali e senza metterci noi in pericolo.
Clara Tattoni, dottorato di ricerca in Scienze Ambientali, Università degli studi dell’Insubria, Varese su Analisi Protezione e gestione della Biodiversità. Docente all’Università di Trento, diversi progetti di ricerca e gestione di fauna selvatica e collaborazioni con Musei, istituti ambientali e Parchi nazionali.
Julia Stauder, Master of Science Naturschutz und Biodiversitätsmanagement e Master of Science Wildtierökologie und -management Università di Vienna, collaboratrice scientifica di Eurac research, Istituto per lo Sviluppo.
Ingresso libero
Posti limitati, prenotazione obbligatoria: Tel. 0471 412964
In lingua italiana

 

Sternenhimmel ober der Sternwarte in Gummer (Bz)

31 marzo, ore 18 (parte teorica al Museo di Scienze naturali), 1 aprile, ore 20 (parte pratica presso l’osservatorio Max Valier di San Valentino) ANNULLATO

Workshop „Einführung in die Mond- und Astrofotografie“

Avete sempre desiderato fotografare la luna, i pianeti, galassie, nebulose planetarie o ammassi di stelle? Questo workshop presenta il tema dell‘astrofotografia con fotocamera fissa e con riprese del cielo in posa Bulb con telescopi presso l’osservatorio „Max Valier“. Saranno tema del workshop le basi della fotografia, inclusi i parametri e le impostazioni relative all’astrofotografia, esercizi con il telefonino e con camere digitali ed un’introduzione nell’elaborazione delle foto al PC.
In collaborazione con il Gruppo astrofili Max Valier.
Prezzo: 10 €
Numero massimo di partecipanti: 15 persone, prenotazione necessaria: tel. 0471 412964
È necessario portarsi la propria attrezzatura (treppiedi, macchina fotografica).
In lingua tedesca

 

Aquarium im Naturmuseum Südtirol. Foto Massimo Morpurgo

1 aprile, ore 17 ANNULLATO

Visita dietro le quinte degli acquari del museo

Come si riesce a far crescere una barriera corallina a Bolzano? Scoprite tutti i segreti della gestione degli acquari espositivi del museo. Attraverso un percorso guidato dietro le quinte potrete conoscere tutte le attività necessarie al mantenimento delle vasche e alla cura e riproduzione di pesci e coralli.
Massimo Morpurgo, biologo, è curatore degli acquari del Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige.
Prezzo: 6,50 €
Posti limitati, prenotazione obbligatoria: tel. 0471 412964
In lingua italiana

 

Wölfe in den Alpen. Foto Francesca Marrucco

3 aprile, ore 18 ANNULLATO

Conferenza „Leben mit dem Wolf“

Il lupo divide gli animi, affascina, ma viene anche odiato. Gli uni insistono su fatti e dati, gli altri rimangono fedeli coscientemente ai cliché che ci ruotano attorno. I lupi appartengono agli esseri viventi sulla terra maggiormente studiati, ignorare queste informazioni quindi ha delle motivazioni più profonde. Il lupo può modificare interi paesaggi, arricchire ecosistemi ed insegnare il significato di biodiversità. Stefan Borkert parla anche della situazione economica degli animali sui pascoli montani e dell’applicazione pratica nella protezione di greggi. Il giornalista ed osservatore dei media analizza anche la questione, come i media influiscono sulla nostra percezione dei lupi.
Stefan Borkert lavora per le pagine economiche del quotidiano svizzero „St. Galler Tagblatt”. Da anni si occupa con il ritorno dei lupi nelle Alpi. La sua ricerca lo porta sui pascoli montani, nella natura selvaggia, a dialogare con scienziate e scienziati, contadini e contadini e cacciatrici e cacciatori in Europa, negli USA ed in Canada. Inoltre è direttore responsabile della rivista svizzera „Wolfsspur“.
Ingresso libero.
Info: Tel. 0471 412964
In lingua tedesca
Riconosciuto come corso di aggiornamento nel PPA. 


Ostereiersuche im Naturmuseum Südtirol

 

dal 4 al 12 aprile ANNULLATO

Cerca le uova di Pasqua nel Museo

Riuscirete a trovare le uova che il coniglietto di Pasqua ha nascosto nel Museo? Su ognuna di esse troverete un indizio per comporre la parola finale e partecipare all’estrazione di numerosi premi.
Prezzo: Ingresso al museo
Non è necessaria la prenotazione
Info: Tel. 0471 412964
In italiano e tedesco  

Bozen

 

4 e 18 aprile, 9 e 23 maggio, ore 14:30 ANNULLATO

Exkursion “Ein Spaziergang am Rande eines uralten Vulkanes – die Bozner Caldera“

Percorrere la passeggiata di S. Osvaldo è come risalire il fianco di un’antica caldera. Scopriamo i segni lasciati dall’intensa attività vulcanica, che ha interessato la conca di Bolzano 280 milioni di anni fa.
Prezzo: 6,50 € adulto, 5 € ridotto, 14 € biglietto famiglia, gratis per bambine e bambini fino ai 6 anni.
Prenotazione obbligatoria: tel. 0471 412964
In italiano e tedesco

 

Mond

7 aprile, ore 18 ANNULLATO

Conferenza “Was ist dran am Mondkalender?“

La marea è solo uno di tanti fenomeni attribuiti all'attrazione gravitazionale della Luna. La luna pare essere la causa di notti insonni e di picchi di nascite, e secondo il parere di tanti, influenzare anche la crescita dei capelli, operazioni chirurgiche e la qualità del legno appena tagliato. Ma è tutto vero? Dove sta la differenza tra mito e verità? Questa conferenza risponde a queste domande.
David Gruber, astrofisico e direttore del Museo di Scienze naturali dell’Alto Adige, nel suo tempo libero analizza con spirito critico diverse affermazioni e credenze sulle stelle e sui pianeti.
Ingresso libero
Info: Tel. 0471 412964
In lingua tedesca
Riconosciuto come corso di aggiornamento nel PPA.

 

 

 

Spiele rund ums Ei

9 aprile, dalle ore 15 alle 16.30 ANNULLATO

Giochiamo con le uova!

Un pomeriggio dedicato al lupo: biologia, metodi di Ricerca. Poi spazio alla fantasia nella parte creativa del laboratorio dove potrai realizzare un simpatico lavoretto da portare a casa.
Prezzo: 6,5 €
Posti limitati, prenotazione obbligatoria: Tel. 0471 412964
In italiano e tedesco

 

Weide

14 aprile, ore 18 ANNULLATO

Conferenza “Alpines Weidemanagement“

Per riuscire a mantenere gli alpeggi con il pascolo è necessaria una pastorizia ecosostenibile. Thomas Schranz racconta del proprio lavoro: della pianificazione dei pascoli, della gestione di pecore, dell’educazione dei cani da pastore, della sistemazione di recinzioni, della scelta di cani da guardia e della commercializzazione delle pecore. Più le consumatrici ed i consumatori conoscono il lavoro, che ruota attorno alla gestione delle pecore, della vegetazione e dell’agricoltura, più sono disponibili ad acquistare generi alimentari regionali, di qualità e più cari di quelli importati dalla Nuova Zelanda, dall’Australia o dal Regno Unito.
Max Rossberg paragona le esperienze austriache in materia di sistemi di recinzione e controllo con altri paesi europei; a seconda della specie di bestiame e del luogo (pascolo nei pressi dell’abitazione, pascoli montani…) bisogna considerare misure di protezione diverse. Inoltre ci sono da considerare anche le direttive amministrative. Insieme a Thomas Schranz e Rene Gomringer spiega, come tutti gli attori coinvolti – chi lavora nell’agricoltura nonché le loro organizzazioni, chi si occupa di un gregge, locande, il mercato all’ingrosso e clienti privati – possono contribuire a rafforzare l’economia montana.
Max Rossberg presiede l’associazione „European Wilderness Society“ con sede in Austria, che insieme a „Bioland Austria” dal 2018 lavora nel campo della tutela dell’ambiente, dell’innovazione e dell’agricoltura. Thomas Schranz lavora nell’Oberland tirolese come pastore e imprenditore. Rene Gomringer fa consulenza per aziende agricole con pecore e per misure di protezione di greggi in Baviera.
Ingresso libero, non serve prenotare.
Info: tel. 0471 412964
In lingua tedesca

 

Nationalpark Mercantour (F)

17 aprile, ore 18 ANNULLATO

Conferenza „Nationalpark Mercantour – Trekking um den Monte Bego“

Nell’ambito degli incontri del gruppo di lavoro “Flora dell’Alto Adige”. Attorno al Monte Bego nella parte sudorientale del Parco Naturale di Mercantour in Francia il mondo floreale è molto sfaccettato e stambecchi e camosci non sono una rarità. Vedremo incisioni rocciose, che hanno fino a 6.000 anni, splendide panorami sulle cime delle Alpi Marittime e idilliaci laghi montani.
Il biologo Nils Bertol dirige il Laboratorio Ambientale Novacella ed accompagna gruppi escursionistici per l’agenzia di viaggi “Vai e Via”.
Ingresso libero
Info: Thomas Wilhalm, tel. 0471 413431
In lingua tedesca
Ospiti graditi

Flusskrebs

21 aprile, ore 18 ANNULLATO

Conferenza „Bedrohte, aquatische Biodiversität – Flusskrebse in Südtirol“

Il gambero di fiume locale appartiene agli animali maggiormente a rischio. Questa conferenza vuole presentare la vita di questa specie schiva, i pericoli, ai quali è esposta, e le misure x preservarla. In Alto Adige vivono anche gamberi di fiume esotici, che a loro volta rappresentano un pericolo per gli esseri viventi acquatici locali.
Andreas Meraner è un biologo ed ispettore tecnico presso l‘Ufficio Caccia e pesca della Ripartizione Foreste della Provincia autonoma di Bolzano.
Ingresso libero
Info: tel. 0471 412964
In lingua tedesca

 

City Nature Challenge

25 aprile (pomeriggio), 26 aprile (mattina a Bolzano e Merano) QUESTA MANIFESTAZIONE SI E' TENUTA IN UN FORMATO DIVERSO, DA QUELLO PROGRAMMATO, E COL TITOLO CORONA NATURE CHALLENGE

City Nature Challenge 2020

Dal 2018 viene svolta l’iniziativa City Nature Challenge a livello internazionale: una competizione amichevole tra città in cui i partecipanti rilevano la biodiversità urbana. L’applicazione Natusfera consentirà ai partecipanti di inserire le specie di piante, animali e funghi che identificheranno in città durante il periodo tra il 25 e il 26 aprile 2020. City Nature Challenge è organizzato dal Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige in collaborazione con i comuni di Bolzano e Merano. Gli interessati a partecipare possono trovare tutte le informazioni sull’Homepage del Museo o presso i Base Camps a Bolzano e Merano. City Nature Challenge è un’iniziativa nata dal Natural History Museum of Los Angeles County e dalla California Academy of Sciences.
Ingresso libero
Info: tel. 0471 412964
In italiano e tedesco
Riconosciuto come corso di aggiornamento nel PPA. 


Mond (c) Dieter Seiwald

 

4 maggio, ore 21 ANNULLATO

Lunadì

Tutti gli interessati potranno osservare la luna crescente al telescopio in compagnia dei membri del gruppo astrofili “Max Valier”. I luoghi di osservazione sono Bolzano più alcune altre località della provincia che saranno indicate sul sito www.museonatura.it circa due settimane prima dell’evento.
Durata: ca. un’ora. In caso di pioggia o cielo nuvoloso l’attività sarà annullata.

 

Süßwassermuschel

5 maggio, ore 18 ANNULLATO

Conferenza “Il silenzioso dramma delle cozze d’acqua dolce”

Per contrastare la perdita di biodiversità, si proteggono delfini, balene, foche, tigri, gorilla, rinoceronti, uccelli, ma che fine faranno le specie meno “attraenti” che si stanno estinguendo nel generale silenzio dei media e delle associazioni ambientaliste? Gli animali più a rischio di estinzione, sono i bivalvi (“cozze”) d’acqua dolce, dei quali è per lo più ignota persino l’esistenza. Ci dobbiamo preoccupare?
Nicoletta Riccardi, ricercatore CNR, si occupa di ecologia delle acque dolci dal 1986, e non si è ancora annoiata.
Massimo Morpurgo, biologo curatore degli acquari del Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige, si occupa di un progetto di ricerca sui bivalvi d’acqua dolce dei laghi di Monticolo e Caldaro.
Ingresso libero.
Info: tel. 0471 412964
In lingua italiana. 

Der Auenelf

 

10 maggio, ore 17 ANNULLATO

Teatro di marionette e burattini „Der Auen-Elf“

In un bosco vicino ad un fiume vive l’elfo Ajú con la sua tribù. Il terreno, sul quale vivono questi rari e timidi esserini, viene coltivato dal contadino Heinrich, che si sente molto legato alla sua terra; fa pascolare le mucche sui prati, ma lascia intatto il boschetto vicino al fiume. Da un po’ di tempo però l’idillio viene turbato dal rumore di motoseghe e betoniere: Il signor Kah, proprietario del terreno confinante, ha infatti un piano preciso per il boschetto vicino al fiume: Vuole raderlo al suolo, raddrizzare il fiume e coltivare la terra, come fa già ad est e ovest del boschetto degli elfi. Il contadino Heinrich cederà alle tentazioni del signor Kah e gli venderà il terreno? Oppure Ajú ed il suo amico, il castoro, riusciranno ad impedire tutto ciò? Che ruolo giocherà Braaja, la più anziana degli elfi, e lo spirito misterioso del fiume? L’avvincente rappresentazione svelerà il quesito...
Per bambine e bambini dai 5 ai 10 anni. Di e con Claudia de Boer.
Prezzo: ingresso al museo
Numeri di posti limitati, prenotazione necessaria: tel. 0471 412964
In lingua tedesca

 

17 maggio, dalle ore 10 alle 18 QUESTA MANIFESTAZIONE SI E' TENUTA IN UN FORMATO DIVERSO DA QUELLO PROGRAMMATO

Giornata internazionale dei musei

Un’occasione per visitare gratuitamente la mostra “Pazzi per la Luna” ed il museo con le nuove aree dedicate al lupo e alla Megachirella, il più antico fossile di lucertola. Durante tutta la giornata potrete partecipare ad una divertente caccia al tesoro!
Ingresso libero
Info: tel. 0471 412964

 

Dinosaurier-Fossil

19 maggio, ore 18 ANNULLATO

Dal drago al pavone: i dinosauri piumati e l’origine degli uccelli

Da quasi 200 anni i fossili dei dinosauri hanno conquistato un posto particolare negli interessi e nelle passioni dei ricercatori e del grande pubblico. In due secoli la loro immagine si è evoluta al passo con le scoperte, ma anche a seguito di rivoluzioni culturali ed iconografiche. L’ultima grande rivoluzione sta avvenendo nei giorni nostri: i dinosauri erano piumati, e vivono ancora oggi.
Andrea Cau, naturalista e ricercatore, da oltre 15 anni svolge ricerche in paleontologia, soprattutto su dinosauri e rettili fossili provenienti dall’Italia, Nord Africa, Cina e Mongolia.
Ingresso libero
Info: tel. 0471 412964
In lingua italiana
Riconosciuto come corso di aggiornamento nel PPA.

 


21 maggio, dalle ore 17:30 alle 19 ANNULLATO

Workshop per persone adulte, ragazze e ragazzi: La natura al microscopio: le piante

Fiori dai mille colori, foglie verdi, argentate, pelose. E al loro interno migliaia di cellule, in cui si cela il laboratorio della fotosintesi. Con lame e pinzette prepariamo i nostri vetrini per osservare da molto vicino il regno vegetale.
Prezzo: 6,50 Euro
Posti limitati, prenotazione necessaria: tel. 0471 412964
In lingua italiana

 

Landschaft in Armenien

22 maggio, ore 18 ANNULLATO

Conferenza „Reise durch Armenien“

Nell’ambito degli incontri del gruppo di lavoro “Flora dell’Alto Adige”. L’Armenia si trova tra L’Asia Minore e la catena montuosa “Piccolo Caucaso”. La maggior parte del paese si estende su altopiani coperti da steppe e su tutto svetta l’Ararat. Il referente, che ha visitato il paese nell’ambito di un laboratorio di biodiversità, in questa conferenza presenta la natura ed il paesaggio nonché la cultura e la storia di questa terra affascinante.
Andreas Hilpold e botanico e collabora con l‘Eurac Bolzano; Philipp Kirschner é zoologo e collabora con l’Università di Innsbruck.
Ingresso libero
Info: Thomas Wilhalm, tel. 0471 413431
In lingua tedesca
Ospiti graditi

 


26 maggio, ore 18 ANNULLATO

Conferenza “Un fantasma, un diavoletto e i frigoriferi. Il fascino della termodinamica”

Termodinamica, solo il nome fa paura. Costellata da un profondo formalismo matematico i cui simboli sono illeggibili ai più, può sembrare qualcosa di orribile! Tutti noi applichiamo la termodinamica ogni singolo giorno, ma non ce ne rendiamo conto. Fabiano Nart vi accompagnerà in un viaggio alla scoperta dei quattro principi fondamentali, si scoprirà con meraviglia come siano parte della nostra conoscenza inconscia, come essi decidano come mai il mondo e le cose vanno come le osserviamo e non diversamente.
Fabiano Nart, nato a Belluno nel 1981, fondatore e presidente del GDS dal 2006 al 2018. Si è laureato in Chimica e successivamente in Fisica ed Astrofisica presso l’Università degli Studi di Ferrara. È ora responsabile qualità e responsabile ingegneria di processo presso lo stabilimento italiano di un’importante multinazionale chimica svedese.
Ingresso libero
Info: tel. 0471 412964
In lingua italiana

 

Ausstellung

2 giugno, dalle ore 18 alle 22:30 ANNULLATO

Finissage della mostra temporanea “Pazzi per la Luna”

Una serata speciale per chiudere la mostra dedicata alla Luna.
ore 18–20: Guide alla mostra in italiano e tedesco. Giochi e lavoretti per bambine e bambini.
Ingresso libero
ore 20.15 e 21.30: Concerto “The Dark Side of the Moon – Crazy Diamond Tribute Band”: Al termine della mosta “Pazzi per la Luna” la cover band “Crazy Diamond” dei Pink Floyd si presenterà presso il Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige. Una serata psichedelica e musicale sul “lato oscuro della luna”.
Prezzo: 10 Euro, prevendita dal 2 maggio.
Info: tel. 0471 412964

 

Il programma da luglio a dicembre è in elaborazione.

Il Museo degli usi e costumi di Teodone illustra la vita della società rurale in epoca preindustriale, dal nobile al contadino fino al bracciante. Al centro si trova la residenza barocca Maggior am Hof (costruita alla fine del XVII secolo) con le sale padronali e le collezioni etnografiche. Nell’area all’aperto di oltre tre ettari, i masi contadini originali, le officine degli artigiani, gli orti agricoli e gli animali domestici raccontano la vita quotidiana di una volta.

www.museo-etnografico.it

Orario d'apertura

Il museo è aperto dal 3 giugno a fine ottobre, da martedì a sabato dalle ore 10 alle 17 (ultimo ingresso alle ore 16) nonché nei giorni festivi e di domenica dalle ore 14 alle 18 (ultimo ingresso alle ore 17).

ATTENZIONE: Per motivi di sicurezza e per prevenire la diffusione del Coronavirus, il Museo provinciale degli usi e costumi è chiuso. Riaprirà mercoledì, 3 giugno. A partire da questa data sarà accessibile negli orari normali, indicati qui sopra. Tutte le offerte di mediazione e le manifestazioni in programma fino a fine luglio sono però state cancellate e vigeranno le regole di comportamento a tutela della salute, stabilite dalla legge, ovvero: Chi lavora presso i musei e chi li visiterà dovrà mantenere le distanze prescritte e portare mascherine a protezione di naso e bocca. A seconda dell’afflusso l'ingresso degli ospiti dovrà inoltre essere scaglionato.




15 aprile ANNULLATO

Inizio stagione

 

Pusterer Keramikgeschirr (c) Südtiroler Volkskundemuseum Foto Hermann Maria Gasser

18 aprile, ore 14 ANNULLATO

Visita guidata nella nuova sezione della mostra permanente dedicata al vasellame in ceramica pusterese

 

Vom Korn zum Brot

21 e 28 aprile, 7, 12, 19 e 26 maggio ANNULLATO

Dal grano al pane. Visite guidate per scolaresche

Le varie fasi del processo di trasformazione del grano in pane sono il tema di questa attività laboratoriale. Nella Stube si potranno impastare e formare le pagnotte da cuocere nel forno a legna e si avrà inoltre modo di vedere gli attrezzi usati per la lavorazione dei cereali, di azionare il mulino a vento e osservare la macinazione e trasformazione dei chicchi in farina e crusca nel mulino ad acqua. E al termine del lavoro tutti riceveranno una pagnotta.

 

Prezzo d’ingresso: 1 Euro a testa
Spese per il materiale:  1,50 Euro a testa
Prezzo visita guidata: 40 Euro
Programma per le scuole di ogni ordine e grado

Si prega di dare comunicazione in anticipo su eventuali allergie e/o intolleranze alimentari.

 

aprile ANNULLATO

Presentazione del libro di Helmut Stampfer “Bauernhöfe in Südtirol. Band 2: Pustertal” (Masi in Alto Adige, volume 2: Val Pusteria)

In collaborazione con Athesia Tappeiner.

 

 

Schafschur im Volksundemuseum

5 e 14 maggio ANNULLATO

Lana e tosatura. Visite guidate per scolaresche

Bambine e bambini  possono assistere alle singole fasi lavorative, dalla tosatura della pecora alla realizzazione del prodotto di lana finito. Hanno modo di osservare le operazioni di tosatura, cardatura, filatura, la realizzazione di prodotti di lana e il lavoro di tessitura. Nel laboratorio del feltro possono infine realizzare un piccolo manufatto.

 

Prezzo d’ingresso: 1 Euro a testa
Spese per il materiale: 1,50 Euro a testa
Prezzo visita guidata: 40 Euro
Programma per scuola elementare e scuola media


su richiesta ANNULLATO

Fuoco, fornello, cucina

Fino agli inizi del XX secolo nelle cucine non c’erano né gas né corrente elettrica. Nella visita guidata le bambine e i bambini vengono accompagnati nelle varie case del Museo, dove possono vedere l’evoluzione della cucina da antico focolare aperto a cucina economica. Hanno modo di apprendere alcune nozioni sulla conservazione delle derrate alimentari, sull’alimentazione e sulle abitudini culinarie di un tempo e di rendersi conto di quanto fosse impegnativo cucinare. Prima di mangiare la frittata dolce “Kaiserschmarrn”, chi vuole può aiutare a prepararla.

 

Prezzo d’ingresso: 1,00 Euro a testa
Spese per il materiale: 1,50 Euro a testa
Prezzo visita guidata: 40 Euro
Programma per scuola elementare e scuola media

Si prega di dare comunicazione in anticipo su eventuali allergie e/o intolleranze alimentari.

 

su richiesta ANNULLATO

Visita guidata panoramica – Scopri la vita in campagna

In questa visita guidata bambine e bamnini hanno l’opportunità di scoprire le particolarità del nostro Museo all’aperto. Li accompagneranno le guide del nostro Museo, che offriranno loro una panoramica delle condizioni di vita, abitative ed economiche della nobiltà rurale, della popolazione contadina e degli artigiani nell’epoca preindustriale.

Durata: circa 1,5 ore
Prezzo d’ingresso a testa: 1 Euro
Prezzo visita guidata: 40 Euro
Programma per le scuole di ogni ordine e grado

Ranggltournier im Volkskundemuseum Foto Südtiroler Volkskundemuseum
17 maggio, dalle ore 14 alle 18 ANNULLATO

Giornata internazionale dei musei

Il Museo degli usi e costumi festeggia questa festa dei musei con un torneo di “Ranggeln”. Il torneo, organizzato dall’associazione “Ranggelverein” delle Valli di Tures e Aurina, inizia alle ore 14:30 nell’area all’aperto; non si terrà in caso di forte pioggia.
L’evento è accompagnato da musica popolare dalle ore 14 alle 17.
Il museo è aperto dalle ore 14 alle 18. L’ingresso è libero.

 

 

Niggilan

agosto, ogni martedì dalle ore 10 alle 16 (un’ora di pausa pranzo) ANNULLATO

Preparare i “Niggilan”

Si preparano i “Niggilan”, frittelle dolci di pasta lievitata fritte nell’olio, una prelibatezza regionale. Osservate e assaggiate!

 

Altes Handwerk (c) Südtiroler Volkskundemuseum

agosto, ogni mercoledì e venerdì ANNULLATO

Dimostrazioni artigianali

Due artigiani per giorno mostrano il loro mestiere: per esempio fare i pizzi al tombolo, tessere, battere il ferro, intrecciare i capelli. È possibile osservare gli artigiani all’opera e scoprire tante curiosità sulla storia culturale dei loro mestieri.

 

Brotbacken wie früher (c) Südtiroler Volkskundemuseum

agosto, ogni giovedì ANNULLATO

Preparare il pane come in passato

I visitatori e le visitatrici possono assistere alle singole fasi della lavorazione del cereale: nell’aia viene trebbiata la segale e vengono separati i chicchi dalla pula, si può visitare il mulino ad acqua funzionante. Nella Stube del maso vengono formate le pagnotte e infino si può assaggiare il pane di segale appena sfornato!

 

 

G'sung g'spielt, gitonzt © Südtiroler Landesmuseum für Volkskunde

13 settembre, dalle ore 11 alle 18 ANNULLATO

Festa di musica popolare

Distribuiti nell’areale all’aperto del museo, per tutto il giorno si esibiranno gruppi di musica tradizionale. Non mancherà da mangiare e da bere.

 

Vom Korn zum Brot Foto Südtiroler Volkskundemuseum

15, 22, 29 settembre e 1° ottobre ANNULLATO

Dal grano al pane. Visite guidate per scolaresche

Le varie fasi del processo di trasformazione del grano in pane sono il tema di questa attività laboratoriale. Nella Stube si potranno impastare e formare le pagnotte da cuocere nel forno a legna e si avrà inoltre modo di vedere gli attrezzi usati per la lavorazione dei cereali, di azionare il mulino a vento e osservare la macinazione e trasformazione dei chicchi in farina e crusca nel mulino ad acqua. E al termine del lavoro tutti riceveranno una pagnotta.

 

Prezzo d’ingresso: 1 Euro a testa
Spese per il materiale:  1,50 Euro a testa
Prezzo visita guidata: 40 Euro
Programma per le scuole di ogni ordine e grado

Si prega di dare comunicazione in anticipo su eventuali allergie e/o intolleranze alimentari.

 

Schafschur © Südtiroler Volkskundemsueum

24 settembre e 6 ottobre ANNULLATO

Lana e tosatura. Visite guidate per scolaresche

Bambine e bambini  possono assistere alle singole fasi lavorative, dalla tosatura della pecora alla realizzazione del prodotto di lana finito. Hanno modo di osservare le operazioni di tosatura, cardatura, filatura, la realizzazione di prodotti di lana e il lavoro di tessitura. Nel laboratorio del feltro possono infine realizzare un piccolo manufatto.

 

Prezzo d’ingresso: 1 Euro a testa
Spese per il materiale: 1,50 Euro a testa
Prezzo visita guidata: 40 Euro
Programma per scuola elementare e scuola media

 

Vom Flachs zum Leinen © Südtiroler Volkskudnemuseum

13 ottobre

Il lino: dalla pianta alla stoffa. Visite guidate per scolaresche

Il telo, la camicia e il sacco di lino: il lino era, accanto alla lana, la fibra tessile più importante. La lavorazione del lino era impegnativa e può essere osservata oramai quasi solamente al Museo. Bambini e ragazzi potranno imparare le varie fasi della lavorazione del lino, dall’estrazione della fibra dalla pianta alla produzione del tessuto. Nel laboratorio i partecipanti potranno realizzare un piccolo lavoro artigianale con stoffa di lino.

 

Prezzo d’ingresso: 1 Euro a testa
Prezzo per il materiale: 1,50 Euro a testa
Prezzo visita guidata: 40 Euro
Programma per le scuole di ogni ordine e grado


31 ottobre

Fine stagione

Sopra la località di Mareta si erge il castello di Wolfsthurn, che dal 1996 ospita il museo della caccia e della pesca. L’area espositiva si sviluppa su tre piani. Oltre ad affrontare il tema della caccia e della pesca da un punto di vista storico-culturale, il percorso espositivo si dipana attraverso le sfarzose sale del castello, conservate allo stato originario, illustrando particolari della vita della nobiltà nei secoli XVIII e XIX. Le attività di didattica museale si svolgono nelle cantine del castello. Un sentiero tematico dedicato al bosco e all’acqua si snoda per circa 1 km dal paese al castello.

www.wolfsthurn.it

Orario d'apertura

Il museo è aperto dal 3 giugno al 15 novembre da martedì a sabato dalle ore 10 alle 17 e di domenica e nei giorni festivi dalle ore 13 alle 17 (ultimo ingresso alle ore 16.30, chiuso il 1° novembre).

ATTENZIONE: Per motivi di sicurezza e per prevenire la diffusione del Coronavirus, Castel Wolfsthurn è chiuso. Riaprirà mercoledì, 3 giugno. A partire da questa data sarà accessibile negli orari normali, indicati qui sopra. Tutte le offerte di mediazione e le manifestazioni in programma fino a fine luglio sono però state cancellate e vigeranno le regole di comportamento a tutela della salute, stabilite dalla legge, ovvero: Chi lavora presso i musei e chi li visiterà dovrà mantenere le distanze prescritte e portare mascherine a protezione di naso e bocca. A seconda dell’afflusso l'ingresso degli ospiti dovrà inoltre essere scaglionato.

Schloss Wolfsthurn - Landesmuseum für Jagd und Fischerei

 

17 maggio, dalle ore 13 alle 17 ANNULLATO

Giornata internazionale dei musei

 

Schloss Wolfsthurn - Landesmuseum für Jagd und Fischerei

luglio ed agosto, ogni martedì, mercoledì e venerdì ANNULLATO

Visite guidate al castello

In lingua italiana

 

Insektenhotel

Luglio e agosto, ogni giovedì ANNULLATO

“Senti che ronzio! Costruiamo un hotel per insetti”

Workshop settimanale per bambine e bambini dai 6 ai 12 anni

 


16 luglio, ore 21 ANNULLATO

Concerto d’estate: Passo Avanti

Concerto nella sala da ballo di Castel Wolfsthurn. In collaborazione con Racines Turismo.
Prezzo: 10 Euro

 

4 agosto, ore 21 ANNULLATO

Concerto d’estate

Concerto nella sala da ballo di Castel Wolfsthurn. In collaborazione con Racines Turismo.
Prezzo: 10 Euro

 

20 agosto, ore 21 ANNULLATO

Concerto d’estate: Ensemble Zeitenklang

Concerto nella sala da ballo di Castel Wolfsthurn. In collaborazione con Racines Turismo.
Prezzo: 10 Euro

 


15 novembre

Fine stagione

Il Museo provinciale del vino si trova nel centro di Caldaro, in quello che fu l’edificio amministrativo della signoria Caldaro-Laimburg. Il museo offre uno sguardo sulla storia della viticoltura in Alto Adige: dagli attrezzi storici che accompagnavano l’annata lavorativa del viticoltore, fino alle rappresentazioni religiose che illustrano il rapporto tra vino e religione. Nel piccolo vigneto del museo si coltivano oltre 30 vitigni diversi le cui uve si possono assaggiare in autunno.

www.museo-del-vino.it

Orario d'apertura

Il museo è aperto dal 3 giugno all’11 novembre, da martedì a sabato, dalle ore 10 alle 17 (chiuso il 15 agosto ed il 1° novembre).

ATTENZIONE: Per motivi di sicurezza e per prevenire la diffusione del Coronavirus, il Museo del vino è chiuso. Riaprirà mercoledì, 3 giugno. A partire da questa data sarà accessibile negli orari indicati qui sopra. Tutte le offerte di mediazione e le manifestazioni in programma fino a fine luglio sono però state cancellate e vigeranno le regole di comportamento a tutela della salute, stabilite dalla legge, ovvero: Chi lavora presso i musei e chi li visiterà dovrà mantenere le distanze prescritte e portare mascherine a protezione di naso e bocca. A seconda dell’afflusso l'ingresso degli ospiti dovrà inoltre essere scaglionato.

Intrecciare vimini: Alla ricerca della pace interiore

Alla scoperta di antichi mestieri, workshop per bambine e bambini dai 14 anni. ANNULLATO
Durata: circa 4 ore
Punti di ritrovo davanti all’Associazione turistica di Caldaro
Prezzo: 15 Euro

 

da aprile a giugno, ogni mercoledì dalle ore 14 alle 18 ANNULLATO

Verkostung im Weinmuseum

7, 14 e 28 aprile e poi ogni giovedì fino al 5 novembre, dalle ore 10 alle 11.30 ANNULLATO

Visita guidata e degustazione di un bicchiere di vino “Kalterersee”

Immergetevi nella storia millenaria della viticultura del Sudtirolo e scoprirete la ricchezza delle tradizioni vinicole locali. Concluderete la vostra visita degustando un bicchiere di vino “Kalterersee” nell’atmosfera dell’antica cantina sotterranea.
Prezzo: 5 Euro (l’ingresso al museo è compreso) o con Winepass

 


17 aprile ANNULLATO

Concerto del gruppo Schlern SAXESS

Classica, Pop, Jazz. In collaborazione con forum.musik

 

Saltner Foto Hermann Maria Gasser

26 aprile, dalle ore 10 alle 17, ogni ora all’ora ANNULLATO

Il “Saltner”: Brevi visite guidate

Brevi visite guidate schiudono alle visitatrici ed ai visitatori nuove prospettive sul mondo del “Saltner”.
Ingresso libero

 

Saltnerordnung Weinmuseum Foto Südtiroler Weinmuseum

17 maggio, dalle ore 10 alle 17 ANNULLATO

Giornata Internazionale dei Musei: Ad fontes! Alle fonti!

Leggere vecchie lettere, decifrare documenti: per confrontarsi con fonti scritte a mano, bisogna conoscere le antiche forme di scrittura. Chi vuole, può acquisire le conoscenze base per leggere i caratteri in stile “Fraktur” e “Kurrent”. Inoltre si può imparare a costruire un fischietto.
Eintritt frei

 


maggio ANNULLATO

Degustazione dell'Unione Giovani agricoltori (Südtiroler Bauernjugend)

 

maggio ANNULLATO

Degustazione: Vini di antichi vitigni

 


10 luglio ANNULLATO

Concerto

In collaborazione con forum.musik

 

Fassbinder © Südtiroler Weinmuseum

dal 15 luglio a fine agosto, ogni mercoledì dalle ore 10 alle 11.30 ANNULLATO

Laboratorio del bottaio

Conosciamo l’antico mondo e gli oggetti dei bottai, osserviamo come si costruisce una botte e facciamo un portachiavi con lo stemma del bottaio. Per bambini dai 6 anni in su.
Prezzo: 5 Euro
Prenotazione obbligatoria

 

Töpferwerkstatt Foto Oskar Verant © Südtiroler Weinmuseum

dal 17 luglio a fine agosto, ogni venerdì dalle ore 10 alle11.30 ANNULLATO

Laboratorio del vasaio

Realizzare oggetti in ceramica, prendendo come spunto i diversi recipienti – brocche e anfore – esposti al museo è l’obiettivo del laboratorio del vasaio. Chi lo desidera, può portarsi a casa il proprio lavoro. Per bambini dai 6 anni in su.
Prezzo: 5 Euro
Prenotazione obbligatoria

 


3 settembre, ore 10

“Il Saltner”: Visita guidata in lingua italiana

Fino alla metà del XX secolo il “Saltner”, in qualità di guardiano dei campi, sorvegliava l’uva matura nei vigneti e gli altri frutti. La sua attività era regolata da precisi diritti e doveri e collegata ad usi e consuetudini. Questa interessante figura è ora al centro di un progetto di ricerca del Museo provinciale del vino. In una visita guidata di un’ora, una delle collaboratrici del progetto offre uno sguardo nel “mondo del Saltner”.
Prezzo: 6 Euro (in aggiunta al biglietto d’ingresso al museo)

 

Rebe © Südtiroler Weinmuseum

3 settembre, dalle ore 16 alle 18

Degustazione: vini di antichi vitigni sudtirolesi

Vengono servite piccole rarità, che un tempo erano diffuse in tutto il Sudtirolo, oggi però solo coltivate da pochi viticoltori.
Prezzo: 13 Euro (in aggiunta al biglietto d’ingresso al museo)

 


4 settembre, ore 10

Il Saltner: Visita guidata in lingua tedesca

Fino alla metà del XX secolo il “Saltner”, in qualità di guardiano dei campi, sorvegliava l’uva matura nei vigneti e gli altri frutti. La sua attività era regolata da precisi diritti e doveri e collegata ad usi e consuetudini. Questa interessante figura è ora al centro di un progetto di ricerca del Museo provinciale del vino. In una visita guidata di un’ora, una delle collaboratrici del progetto offre uno sguardo nel “mondo del Saltner”.
Prezzo: 6 Euro (in aggiunta al biglietto d’ingresso al museo)

 

 

Verkostung alter Rebsorten Foto Südtiroler Weinmuseum

4 settembre, ore 15 in lingua tedesca, ore 16.30 in lingua italiana

Antichi vitigni sudtirolesi: Visita guidata al vigneto del museo

Barbara Raifer, del Centro di sperimentazione di viticoltura Laimburg, spiega nel vigneto del museo i vitigni storici sudtirolesi
Prezzo: 6 Euro (in aggiunta al biglietto d’ingresso al museo)
Nell’ambito delle “Giornate del vino” di Caldaro.

 


5 settembre, dalle ore 16 alle 18

Degustazione di vini di antichi vigneti sudtirolesi

Nel vigneto del museo vengono servite piccole rarità, che un tempo erano diffuse in tutto il Sudtirolo, oggi però solo coltivate da pochi viticoltori.
Prezzo: 13 Euro (in aggiunta al biglietto d’ingresso al museo).
Nell’ambito delle “Giornate del vino” di Caldaro.

 


Fine ottobre

Kaltern Pop

 

Kastanienbraten im Südtiroler Weinmuseum

8 novembre, dalle ore 10 alle 14

Castagnata nel vigneto

Il Museo del vino festeggia la fine della stagione museale con una castagnata a ingresso libero.

 


11 novembre

Fine stagione

Con la sua imponente struttura e il labirinto di stanze, corridoi e scale, il Forte di Fortezza è considerato una delle più interessanti fortificazioni dell’area alpina e un capolavoro dell’architettura bellica austriaca. Edificato tra il 1833 e il 1838, ha vissuto alterne vicende, finché nel 2008 non è stato aperto al pubblico. Da allora ospita mostre d’arte e di architettura di portata regionale e internazionale e diverse manifestazioni. La mostra permanente "Cattedrale nel deserto" offre sguardi nella realizzazione del Forte e negli effetti che questa ha avuto sulla zona circostante.
Al suo areale appartiene anche il Bunker n. 3, che si nasconde sotto un fitto strato di vegetazione in un tratto di bosco sul suo perimetro orientale e si può visitare su prenotazione.


www.fortezza.info

Orario d'apertura

Il museo è aperto dal 25 febbraio a fine aprile e in novembre e dicembre ogni giorno tranne di lunedì, dalle ore 10 alle 16, e dal 19 maggio ad ottobre incluso ogni giorno tranne di lunedì dalle ore 10 alle 18.

ATTENZIONE: Tutte le offerte di mediazione e le manifestazioni in programma fino a fine luglio sono state cancellate e vigeranno le regole di comportamento a tutela della salute, stabilite dalla legge, ovvero: Chi lavora presso i musei e chi li visiterà dovrà mantenere le distanze prescritte e portare mascherine a protezione di naso e bocca. A seconda dell’afflusso l'ingresso degli ospiti dovrà inoltre essere scaglionato.

In Innsbruck studiert

fino al 3 maggio ANNULLATO

Mostra “Studiato a Innsbruck. Ricordi di studentesse e studenti altoatesini”

Storie, oggetti e pensieri a ricordo degli anni di studio a Innsbruck, un omaggio all’Università di Innsbruck per il 350° anniversario della sua fondazione.

 

 

Fabrik Azzurro PERSPECTIVES ART SPACES Meran

 

Mostra „perspectives * ART spaces“

Il nuovo progetto di FabrikAzzurro presenta degli spazi d’arte all’interno di container mobili nel Forte Basso che intendono confrontarsi in vario modo con prospettive differenti, con lo spostamento del punto d’osservazione tra spazio e tempo. Chi visita la mostra si immerge in un’avventura sensoriale, diventano artefice dell’esplorazione di percezioni insolite. Un’esperienza contro la cecità del quotidiano. Un’installazione scenica che vuole collegare il viaggio onirico con la sospensione spazio-temporale. - ANNULLATO

 

Water-Light-Festival 2020, Senses and spaces, Festung Franzensfeste

dall‘8 al 31 maggio, ogni giorno tranne di lunedì dalle ore 21 alle 24 ANNULLATO

Water Light Festival Brixen Bressanone

Oltre a Bressanone e Chiusa quest’anno anche il Forte ospita il Water Light Festival Brixen Bressanone: Sarà illuminato dall’installazione dagli artisti Kari Kola (Finlandia) e Vincenzo Marsiglia (Italia).

autunno ANNULLATO

Mostra “Tracce nel Forte” (titolo provvisorio)

 

Kunst im Advent 2019 in der Festung Franzensfeste

primo fine settimana d’Avvento fino a fine dicembre

Arte d’Avvento

Artiste e artisti animano i cortili e gli spazi del Forte confrontandosi criticamente con l’Avvento ed il Natale.

 


fine dicembre

Fine stagione

Il Museum Ladin è costituito dalla sede centrale, il Museum Ladin Ciastel de Tor di San Martino in Badia, e da una sede distaccata, il Museum Ladin Ursus ladinicus di San Cassiano.


ATTENZIONE: il Museum Ladin Ursus ladincus sarà nuovamente accessibile dal 5 giugno. Tutte le visite guidate, le manifestazioni e le offerte di mediazione in programma fino a fine luglio sono state cancellate e vigeranno le regole di comportamento a tutela della salute, stabilite dalla legge, ovvero: Chi lavora presso i musei e chi li visiterà dovrà mantenere le distanze prescritte e portare mascherine a protezione di naso e bocca. A seconda dell’afflusso l'ingresso degli ospiti dovrà inoltre essere scaglionato.
Museum Ladin Ciastel de Tor © Museum Ladin

Museum Ladin Ciastel de Tor

Ciastel de Tor, famoso per la sua caratteristica torre e nel XIII secolo sede del giudizio “Thurn an der Gader”, è luogo di riferimento della cultura degli oltre 30.000 ladini, uniti nella loro identità da due elementi essenziali: la lingua derivata dal latino volgare e lo straordinario paesaggio montuoso delle Dolomiti. Dal 2001 il Ciastel ospita il Museo provinciale ladino. Esso fornisce preziose informazioni sulla geologia, archeologia, storia, lingua, sul turismo e artigianato artistico delle cinque valli ladine.

Orario d'apertura

Il museo è aperto dal 7 gennaio al 31 marzo, da giovedì a sabato dalle ore 15 alle 19,
dal 19 maggio al 31 ottobre da martedì a sabato dalle ore 10 alle 17 e domenica dalle ore 14 alle 18,
a luglio ed agosto da lunedì a sabato dalle ore 10 alle 18 e domenica dalle ore 14 alle 18,
dal 26 dicembre al 6 gennaio ogni giorno dalle ore 15 alle 19.


Museum Ladin Ursus ladinicus

Museum Ladin Ursus ladinicus

Il museo è dedicato all’orso preistorico delle caverne di 40.000 anni fa e alla geologia delle Dolomiti. Illustrano gli aspetti dell’”Ursus ladinicus” e del suo habitat numerosi reperti originali – ossa, denti, crani – e installazioni video. Nel piano interrato si trova la ricostruzione della grotta delle Conturines, luogo di ritrovamento dell’Ursus ladinicus, con una ricostruzione dell’orso delle caverne in letargo e dell’orso bruno M12 (Mico).

Orario d'apertura

Il museo è aperto dal 7 gennaio al 31 marzo, da giovedì a sabato dalle ore 15 alle 19,
dal 5 giugno al 31 ottobre da martedì a sabato dalle ore 10 alle 17 e domenica dalle ore 14 alle 18,
a luglio ed agosto da lunedì a sabato dalle ore 10 alle 18 e domenica dalle ore 14 alle 18,
dal 26 dicembre al 6 gennaio ogni giorno dalle ore 15 alle 19.

www.museumladin.it

 

Kinder im Museum Ladin Ursus ladinicus

dal 30 gennaio al 5 marzo, ogni giovedì dalle ore 17 alle 18

L’orso in letargo: Un pomeriggio per bambine e bambini

Una visita guidata al Museum Ladin Ursus ladinicus di San Cassiano in Val Badia ed un laboratorio per bambine e bambini dai cinque ai dodici anni.
Informazioni e prenotazioni all’Ufficio Turistico San Cassiano al numero telefonico 0471 849422 (fino alle ore 12), il numero dei posti è limitato.

dal 1 al 30 aprile ANNULLATO

Il museo è aperto solo per scolaresche e gruppi su prenotazione.

 

Chest vet che nia piú l'impienesc Claus Soraperra

aprile o maggio ANNULLATO

Presentazione catalogo Trienala Ladina 2019

 

Volksschule in La Villa 1954-55 Foto Franz Vittur Archiv Museum Ladin

29 aprile, ore 16 ANNULLATO

Presentazione della nuova sezione nella mostra permanente dedicata alla scuola nelle valli ladine

Al Museum Ladin Ciastel de Tor

 


17 maggio ANNULLATO

Giornata internazionale dei musei

Workshop per famiglie nell’ambito della mostra “Trienala Ladina 2019” al Museum Ladin Ciastel de Tor e attività per famiglie anche al Museum Ladin Ursus ladinicus.

 


12 giugno, ore 18 ANNULLATO

Vernissage della mostra “Dépôt... E luce fu”

Al Museum Ladin Ciastel de Tor

 

Depot im Museum Ladin Ciastel de Tor

dal 13 giugno al 31 marzo 2021 ANNULLATO

Mostra “Dépôt... E luce fu”

Al Museum Ladin Ciastel de Tor

 


18 giugno ANNULLATO

Inaugurazione della mostra Trienala Ladina 2019 a Wörgl (A)

Da vedere fino al 18 luglio

 


24 giugno, dalle ore 17 alle18.30 ANNULLATO

Pomeriggio per bambine e bambini con workshop

Al Museum Ladin Ursus ladinicus

 

Mühlental Foto Museum Ladin

dal 24 giugno al 9 settembre, ogni mercoledì dalle ore 9.30 alle 12 ANNULLATO

Visite guidate alla Valle dei Mulini

Un’escursione guidata per scoprire la pittoresca Valle dei Mulini: Lungo il percorso il gruppo incontrerà otto storici mulini ristrutturati in modo esemplare e potrà visitarne uno all’interno. Un mulino è dotato di percussori a pile per la frantumazione dell’orzo, un altro racchiude una segheria ad acqua. Da non perdere anche l’antica fornace per la calce, la “cialciara”. Si potranno inoltre ammirare le famose viles, tipica forma d’insediamento della Val Badia. Punto di ritrovo è il piazzale della chiesa di Longiarù, una frazione di San Martino. Costo: 10 euro con visita al Museum Ladin Ciastel de Tor; 5 euro soltanto l’escursione. Iscrizione al museo (tel. 0474 524020) o contattando una delle associazioni turistiche della Val Badia.

 

Conturineshöhle

dal 25 giugno al 19 di settembre, ogni secondo giovedì, dalle ore 8.30 alle 16 ANNULLATO

Sulle orme degli orsi - Visite guidate alla grotta delle Conturines

In collaborazione con l’Ufficio Natura il Museum Ladin organizza un’escursione accompagnata di sette ore alla grotta delle Conturines, a 2.800 metri di quota. Popolata da stalagmiti e stalattiti, la grotta nel 1987 fu il teatro della scoperta di numerosi scheletri di orso preistorico delle caverne poi chiamato Ursus ladinicus.
La partenza è fissata alle ore 8.30 alla Capanna Alpina, a San Cassiano. Il ritorno è previsto intorno alle 16. L’escursione prevede un dislivello di 1.200 metri ed è da considerarsi difficile. Costo: 15 euro. Iscrizione contattando una delle associazioni turistiche della Val Badia.

 

Geologische Exkursion zum Peitlerkofel

ogni venerdì di luglio ed agosto, dalle ore 10 alle 12 ANNULLATO

Passo delle Erbe: Tra fiori e fossili

Un’escursione guidata lungo il percorso geologico nel Parco naturale Puez-Odle, ai piedi del Sass de Pütia per scoprire la geologia delle Dolomiti e gli ecosistemi montani.
Il ritrovo è alle al parcheggio del Passo delle Erbe, nei pressi di San Martino in Badia. Partecipare costa dieci euro con visita al Museum Ladin Ciastel de Tor comprendente una breve introduzione alle tematiche espositive; 5 euro soltanto l’escursione. Prenotazione al Museum Ladin, tel. 0474 524020, o contattando una delle associazioni turistiche della Val Badia.

 


1, 22 e 29 luglio, ore 17 ANNULLATO

Libro nella roccia

Una serata con autrici ed autori di libri per bambine e bambini
Al Museum Ladin Ursus ladinicus

 


8 e 15 luglio, dalle ore 17 alle 18.30 ANNULLATO

Pomeriggio per bambine e bambini con workshop

Al Museum Ladin Ursus ladinicus

 

 

Bär Foto Hebblewhite

14 luglio, ore 21.15 ANNULLATO

L’uomo e l’orso: una nuova convivenza possibile

In collaborazione con l’Ufficio Caccia e Pesca
Al Museum Ladin Ursus ladinicus

 


20 luglio, ore 21 ANNULLATO

Recital poetico "Ed or t’incontro – Y sëgn t’incunti"

Autore ed interprete Lino Pasquale Cacciapaglia.
Al Museum Ladin Ciastel de Tor


5, 12 e 26 agosto, dalle ore 17 alle 18.30

Pomeriggio per bambine e bambini con workshop

Al Museum Ladin Ursus ladinicus

 

Il libro nella roccia

19 agosto, ore 17

Libro nella roccia

Una serata con autrici ed autori di libri per bambine e bambini
Al Museum Ladin Ursus ladinicus

 


21 agosto, ore 21

Badia Music: Concerto del Duo Monteriso e Promberger

In collaborazione con l’Associazione turistica San Vigilio/San Martin - Dolomites
Al Museum Ladin Ciastel de Tor

 


8 settembre, 21.15 ore

Simon Kostner. Il regno di Fanes: tra narrazione e leggenda

In collaborazione con l’Associazione turistica Alta Badia
Al Museum Ladin Ursus ladinicus

 


ottobre e novembre

Mostra fotografica della collezione Gutweniger

A Santa Cristina

 


da novembre al 25 dicembre…

…il museo rimane chiuso